devastazione a Barcellona sull’affresco a lui dedicato, il

Nuovo

Brutto episodio a Barcellona: l’affresco in omaggio alla conduttrice defunta è stato deturpato da scritte omofobe

massacro Barcellona sul murale dedicato a Raffaella Carrà e fece dopo la sua morte per rendergli omaggio. Nelle ultime ore, come riportato dai media spagnoli, l’opera è stata vandalizzata. In questo caso il murale è stato imbrattato di scritte omofobo (Gay no ‘e’ Vih). Ricordiamo che il compianto presentatore era un’icona del mondo LGBTQ. Ragione? Era solo lei stessa, che lodava sempre la libertà e l’apertura. E pensare che quando le è stato chiesto una volta perché è stata elevata a icona gay, ha risposto: “Morirò senza saperlo. Sulla mia tomba lo lascerò scritto: ‘Perché gli omosessuali mi amavano così tanto?’ “

Tornando al murale, questa è una delle opere firmate da Salvatore Benintende, artista di strada di origine palermitana, classe 1980. Da anni l’artista vive nel capoluogo della regione della Catalogna ed è conosciuto con lo pseudonimo di Tvboy. Dopo la scomparsa di Raffaella, scomparsa il 5 luglio, Benintende o Tvboy, se preferite, ha messo la sua creatività al servizio della memoria dei Carrà, realizzando un murale con uno sfondo mezzo viola e mezzo arcobaleno. . Il tutto accompagnato dalla didascalia, scritta in spagnolo, che recita così: “Una vita è una vita quando hai la libertà”.

Carrà Spagna, Barcellona

Per il momento restano sconosciuti gli autori del gesto. Nel frattempo, sui social ha iniziato a salire l’indignazione per il brutto episodio accaduto a Barcellona. Molti speravano che coloro che si erano contaminati con tanta volgarità potessero essere identificati e multati pesantemente.

READ  GF Vip, Malgioglio in casa? Signorini svela i dettagli

Raffaella Carrà, popolarità in Spagna: a Madrid viene intitolato un locale per rendergli omaggio

Raffaella, che era molto popolare in terra iberica, veniva celebrato anche in Madrid. Nella capitale spagnola il consiglio comunale ha dato il via libera a una proposta anche per dare il nome a un luogo. Sempre in tema di omaggi, in Italia l’amica Milly Carlucci ha chiesto alla Rai se era possibile dedicarle l’Auditorium Foro Italico. Vale a dire l’edificio che ha visto passare attraverso le sue pareti diversi spettacoli di successo, come Carramba! Che sorpresa. L’Auditorium è anche il luogo in cui va in onda Balla con le stelle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *