Dì addio ai tassi di interesse ultra bassi e prendi in prestito denaro “gratuito”.

Come sarebbero stati i gorgoglii e le bollicine quando circa 4.000 auto di lusso sono scomparse tra le onde la scorsa settimana? C’erano delle Porsche tra loro. Audi. Tutto di fabbricazione tedesca. Hanno ricevuto la tomba di un marinaio nell’Oceano Atlantico. Come potrebbero morire una nave e un carico?

Era scoppiato un incendio. Le fiamme sono esplose ancora e ancora, forse dalle batterie che si sono rivelate infiammabili. L’equipaggio ha lasciato la nave. I rimorchiatori dell’olandese Smit Salvage, che l’anno scorso ha sollevato l’Ever Given nel Canale di Suez, non erano più in grado di agganciare un rimorchio. La nave, la Felicity Ace, scomparve tra le onde.

Puoi vedere ogni sorta di metafore in questa calamità. L’uomo che si sopravvaluta. Il potere della natura. Globalizzazione non necessaria: le lunghe linee di approvvigionamento tra fabbrica e cliente ti rendono vulnerabile. Capitalismo cinico: trasportare automobili sostenibili per migliaia di miglia inquinando navi e poi pensare di “salvare” il clima.

Secondo quanto riferito, il carico valeva più di 400 milioni di dollari (369 milioni di euro). Il giornale di Wall Street† Sono interessati i costruttori, gli armatori e gli assicuratori. Può succedere più spesso?

Leggi anche: Questa guerra è un punto di svolta per l’Europa. Una rivoluzione del calibro Fall Of The Wall

L’incertezza è la nuova normalità. Incertezza sulle cause della scomparsa di Felicity Ace, intensa incertezza sulle conseguenze economiche della guerra di Putin e sanzioni occidentali. Il Nord Stream 2, il gasdotto sottomarino quasi completato che collega la Russia alla Germania, minaccia di diventare un monumento industriale da demolire con 4.000 auto a causa delle sanzioni tedesche.

READ  Trump vuole rinviare le elezioni: "Votando nella posta per frode". Quindi il passo laterale: "Far capire ai media i rischi, ma li vinceremo"

L’incertezza porta a premi assicurativi più alti, non solo in mare, tutto diventa improvvisamente più costoso. Il petrolio. Gas. grano. La sicurezza dell’esistenza. Quest’ultimo beneficia anche di un premio assicurativo, denominato spese per la difesa. La difesa garantisce la nostra sicurezza.

Il capovolgimento del governo Scholz, che una settimana fa ha deciso di spendere 100 miliardi di euro in ulteriori spese per la difesa, è la prima rata. La Germania sta quindi facendo pressioni anche su altri paesi europei affinché paghino. Potrebbe – e sembra paradossale – portare anche alla discordia. Come mai?

L’aumento della spesa per la difesa si riversa nell’economia, dove ora dominano le forze inflazionistiche. Hai già avuto una carenza a causa di interruzioni logistiche. Ora petrolio, gas e grano stanno diventando più costosi.

Ma c’è anche una potente istituzione europea che è incurante dell’inflazione. La Banca centrale europea apprezza i suoi tassi di interesse ultra bassi. È, dopo tutto, il premio assicurativo della BCE: il basso tasso di interesse dovrebbe garantire all’economia incentivi sufficienti e il basso tasso di interesse dovrebbe garantire ai paesi europei i costi di finanziamento più bassi possibili. Allora, l’esorbitante debito pubblico in Italia, ad esempio, resterà abbordabile. Ulteriore complicazione: ora anche l’Italia sta soffrendo per i prezzi elevati del gas.

La BCE ha sempre usato tutte le carte in regola per evitare di alzare i tassi di interesse. L’inflazione era temporanea. I prezzi elevati dell’energia cadrebbero di nuovo. Anche se era chiaro che la politica di stimolo della BCE ha anche contribuito a ridurre la disoccupazione e, naturalmente, ad aumentare i salari. Inflazione.

READ  Qui in Haarlemmerstraat si può mangiare una fantastica focaccia guarnita

I bassi tassi di interesse rimangono uno strumento utile per le banche centrali per aiutare leggermente l’economia europea. Ma ciò darebbe alla BCE un ampio margine di manovra per l’inflazione, che ora deve tenere sotto controllo. La BCE si riunirà giovedì. L’attuale politica dei tassi di interesse non è più sostenibile. Proprio come la Germania ha colto la guerra di Putin per diventare un “falco della difesa” una domenica mattina, la BCE non può fare a meno di trasformarsi in un “falco” monetario. Quindi il tasso di interesse aumenta. Dì addio al prestito di denaro “gratuito”.

Menno Tamminga scrive qui ogni martedì su politica ed economia aziendale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.