Dopo l’addio di Draghi, l’interesse per l’Italia aumenta subito

Dopo l’addio di Draghi, l’interesse per l’Italia aumenta subito

PAPÀ

Notizie ONS

Mentre Mario Draghi si prepara a rassegnare le dimissioni da Primo Ministro italiano, l’interesse che il Paese deve pagare sui titoli di Stato sta aumentando notevolmente. L’interesse italiano su un’obbligazione a 10 anni si avvicina ora al 3,6%. Ieri il tasso di interesse ha oscillato intorno al 3,2%.

Ciò significa che l’Italia è più cara se vuole prendere in prestito denaro dai mercati finanziari. Gli economisti sono preoccupati per la sostenibilità del debito italiano con l’aumento dei tassi di interesse. Il tasso di interesse italiano è ora superiore a quello pagato dalla Grecia.

Più tardi oggi, la Banca Centrale Europea alzerà i tassi di interesse per la prima volta in 11 anni, il che potrebbe portare a un aumento ancora maggiore dei tassi di interesse italiani. Per alleviare le preoccupazioni sull’Italia, la Banca Centrale Europea presenta un piano per ridurre il divario tra i tassi di interesse pagati da paesi altamente indebitati – come l’Italia – e paesi relativamente poco indebitati – come Italia, Germania e Paesi Bassi. . Questo strumento è chiamato meccanismo di protezione della trasmissione (TPM), ma resta da vedere come funzionerà esattamente.

Il mercato azionario italiano stamattina è sceso di quasi il 2% dopo l’annuncio delle dimissioni di Draghi. Gli altri mercati azionari europei sono leggermente al rialzo o al ribasso, il tasso di cambio dell’euro reagisce poco. 1 euro attualmente vale 1,02 dollari.

READ  L'eurodeputato italiano Andrea Cozzolino è venuto in Belgio per essere interrogato sul suo ruolo in uno scandalo di corruzione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *