Dopo tre anni, di nuovo una coppia lesbica in Sposati a prima vista |  Affiggere

Dopo tre anni, di nuovo una coppia lesbica in Sposati a prima vista | Affiggere

con filmatoDall’inizio del prossimo anno Sposato a prima vista di nuovo su RTL 4. L’ottava stagione della serie di successo conserva il suo metodo originale, ma contiene anche colpi di scena sorprendenti.


Denise King


Ultimo aggiornamento:
20-12-22, 21:59

L’anno scorso l’esperimento ha avuto un particolare successo. Non meno di due coppie sono ancora felicemente insieme, vale a dire Sonny e Dylan e Rowan e Astleigh. Dopo tre anni, gli esperti sono riusciti a fare un altro incontro tra due donne. In precedenza, Ingeborg e Chantal si sono sposati, ma questo matrimonio, purtroppo, non è durato.

L’esperto Patrick van Veen è lieto che questa stagione sia riuscita a realizzare un gioco femminile decente dalle iscrizioni. “Richiede esperienza. Ora abbiamo un po’ di esperienza con le coppie eterosessuali e anche con le coppie maschili. Ma non era il caso delle relazioni tra due donne”, dice. “Sulla carta, è un gioco perfetto e il tempo lo dirà .”

Oltre ai matrimoni, alla luna di miele, alla convivenza e ai colloqui finali, le coppie si riuniranno all’inizio di questa stagione per condividere le loro esperienze. Ad esempio, c’è una cena di gruppo che si svolge dopo i viaggi di nozze e le conversazioni finali sono diverse dalle stagioni precedenti. Le dichiarazioni personali dei partecipanti e la loro decisione finale avvengono ora una per una.

Durante la prima settimana della nuova stagione, che inizia il 3 gennaio, tre episodi andranno in onda in televisione. Le altre settimane, sono due episodi a settimana.

Carlo Boszhard e i matchmaker del MAFS.

Carlo Boszhard e i matchmaker del MAFS. ©RTL

Ascolta anche il podcast di AD Media qui sotto o iscriviti tramite Spotify o itunes. Trova tutti i nostri podcast su ad.nl/podcasts.



Guarda i nostri video di spettacolo e intrattenimento qui sotto:

READ  "Un incubo, nella mia mente non c'era via d'uscita" - Corriere.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *