Dopo un incidente in moto, Niek non ha potuto fare nulla, ma è finita con l’amore della sua vita

Dopo un incidente in moto, Niek non ha potuto fare nulla, ma è finita con l’amore della sua vita

Dopo un incidente in moto, Niek non ha potuto fare nulla, ma è finita con l’amore della sua vita

Dal dolore alla sensazione

La successiva grande trasformazione nella vita di Niek è iniziata tre anni fa. Fino ad allora, a volte prendeva fino a quaranta pillole al giorno di farmaci, compresa la morfina. “Ed è fantastico perché stai soffrendo, poi lo ingoi e dopo dieci minuti il ​​tuo dolore è sparito. Ma a caro prezzo.” Prima di tutto, ci vogliono un certo numero di anni della tua vita – e si sono sentiti molto preziosi per Niek una volta che lui e Kim hanno avuto figli. Inoltre, è molto coinvolgente. “Stai costantemente cercando di capire quando prendere la prossima pillola. Ed è un sedativo, quindi non sei mai del tutto lì.”

Ragioni sufficienti per ridurlo, ma il dolore è rimasto. “Molto lentamente, a poco a poco, ho iniziato a cercare un altro modo per affrontarlo. Ho iniziato a lavorare con un terapista di psicologia sociale nell’area dell’Acceptance and Commitment Therapy (ACT).”

In primo luogo, ha imparato a distinguere tra dolore e sensazione. “C’è sempre una sensazione. Anche adesso. È come una leggera corrente che mi scorre tra le mani e le braccia. Non è così, non c’è niente che non va nelle mie mani e nelle mie braccia, la sensazione ha luogo nel mio cervello. Ma se ho dolore, come stamattina per esempio, perché ho passato una brutta notte, poi una specie di fulmine mi ha attraversato le mani e il collo, e sono saliti in cima».

La formula della sofferenza

E poi ha dovuto trovare l’equilibrio tra accettare e combattere. “C’è questo famoso detto: accetta ciò che non puoi cambiare e cambia ciò che non puoi accettare. Ho dovuto imparare che questo primo passo è il più importante. Accettare ciò che c’è senza volerlo aggiustare. Soffrirò per Ascolta, quando noi umani proviamo dolore, vogliamo solo una cosa ed è allontanarci da esso. Poi iniziamo a fare battute o a fare battute, allenandoci molto o bevendo una bottiglia di vino o comprando una macchina nuova. Tu allontanati da ciò che pensi di non poter gestire.”

READ  Lil Kleine non è autorizzata a contattare Jaimie Vaes | Affiggere

Ma questo non fa passare il dolore. “C’è una formula molto bella: dolore x resistenza = sofferenza. Se rimuovi la resistenza al disagio, allora la sofferenza scompare. È una cosa così bella. Quello che spesso facciamo è combattere, allontanarci dal dolore. Ma poi il resistenza. Finché non lo porti via, il dolore tornerà sempre e con esso la sofferenza. Quello che ho imparato a fare nelle notti in cui sento un dolore incredibile è stare con lei. Non voler risolvere qualsiasi cosa, senza cercare distrazioni, affrontando ciò che c’è in silenzio, faccio esercizi di respirazione, vado nel punto del mio corpo dove posso gestire il mio dolore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *