È morto Sidney Poitier, il primo afroamericano a vincere l’Oscar come miglior attore – Corriere.it

a partire dal Maurizio porro

Aveva 94 anni ed era il protagonista di “Indovina chi viene a cena?” e “La notte calda dell’ispettore Tibbs”

Due Oscar (il primo attore afroamericano a vincere la statuetta ‘Gigli in campo’ nel ’64), tre Golden Globe, due premi al Festival di Berlino, la Presidential Medal of Freedom assegnata da Obama e innumerevoli altre medaglie hanno punteggiato la carriera di Sidney Poitier, morto ieri all’età di 94 anni (lascia sei figli con due mogli diverse) anni dopo aver conquistato il pubblico di tutto il mondo con titoli come “Indovina chi viene a cena?” e “La notte calda dell’ispettore Tibbs”. È stato il pioniere, con Harry Belafonte, di questo black power hollywoodiano che oggi permette di applaudire Morgan Freeman, Denzel Wasghinton, Samuel Jackson, Will Smith.

Nato il 20 febbraio 1927 a Miami, Florida, cittadino delle Bahamas, cresciuto a Cate Island, ha lasciato la scuola per lavorare a 13 anni e a 50 ha debuttato in “The White Man You Will Live”, seguito da “The Mud Wall” nel ’58 “The Seed of Violence” di Richard Brooks con il professor Glenn Ford in una classe di delinquenti all’avvento del rock. Quando è arrivato a New York dai Caraibi a 16 anni con tre dollari in tasca era così povero che ha dovuto dormire in un deposito di autobus ma col tempo e la sua storia cinematografica (il teatro l’ha bocciato), ha contribuito ad abbattere le barriere. del razzismo, come nel “Mud Wall” in cui è legato con una catena al bianco Tony Curtis, diretto da Stanley Kramer.

Un capitolo fondamentale in quella lotta fu il ruolo del dottor John Prentice, il fidanzato di una ragazza bianca della famiglia liberale dei futuri cognati Spencer Tracy e Katharine Hepburn. Un altro film famoso è stato “La notte calda dell’ispettore Tibbs” di Norman Jewison nel 1967 (con due sequel), quasi una serie poliziesca che ha vinto 5 Oscar e Poitier era l’ispettore Virgil Tibbs al fianco di Rod Steiger. Durante la sua carriera, ha anche diretto alcuni film d’azione, tra cui una trilogia con Bill Cosby. Nel 2002 ha vinto l’Oscar alla carriera.

READ  Il pompiere rivela le ultime parole della principessa Diana | Reali

7 gennaio 2022 (modificato il 7 gennaio 2022 | 18:09)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.