Ecco come appare l’invecchiamento in tre paesi molto invecchiati

Gli olandesi stanno invecchiando sempre di più, e questo ha conseguenze importanti. Per mantenere le pensioni accessibili, l’età pensionabile legale è già stata innalzata gradualmente.

Ma una società “più grigia” incontra più problemi. Guardiamo tre paesi molto più grigi dei Paesi Bassi: Italia, Spagna e Giappone. Gli abitanti di questi paesi sono tra i più antichi del mondo:

Tempo di notizie / Lars Boogaard

Prima Italia. In Europa, gli italiani sono le persone più anziane, come puoi vedere nella tabella sopra. Il paese ha anche il maggior numero di persone di età superiore ai 65 anni in proporzione.

E non sembra che il Paese possa mai ringiovanire, dal momento che non molti giovani si stanno unendo. In media un italiano oggi ha 1,3 figli, meno che mai.

Tempo di notizie / Lars Boogaard

Di solito si applica quanto segue: all’aumentare della prosperità, il tasso di natalità diminuisce. Perché le persone hanno bisogno di meno o nessun bambino per la loro sussistenza. Anche nei Paesi Bassi il tasso di natalità è attualmente ben al di sotto del valore di 2,1 necessario per mantenere la popolazione senza migrare.

Il fatto che la cifra italiana sia ancora più piccola è dovuto a ragioni economiche e culturali. Ad esempio, è difficile conciliare un figlio con un lavoro nel rigido mercato del lavoro italiano. I datori di lavoro non sono pronti a lasciare che i dipendenti lavorino part-time.

“Se una coppia non si forma fino a quando non hai più di 30 anni, le possibilità di avere due o tre figli diminuiscono sempre di più”.

tempo di notizie

Silvia ha avuto tre figli. Il suo datore di lavoro dà da solo uno stipendio extra e del tempo libero ai giovani genitori

Il governo italiano non è completamente cieco di fronte al problema. Due anni fa, ha messo in atto un piano per combattere la mancanza di nascite. Sono previste agevolazioni fiscali per i giovani genitori, assegni familiari e congedi parentali più lunghi.

Secondo Ambrosetti, il governo italiano ha aspettato troppo a lungo con queste misure.Sono misure che dovrebbero portare a un cambiamento culturale. Hanno bisogno di tempo per raggiungere le famiglie, le coppie ei giovani. »

La campagna spagnola si svuota

Gli effetti dell’invecchiamento della popolazione nelle piccole città possono essere visti meglio in Spagna. Ad esempio, ad Almedijar, appena a nord di Valencia, metà dei 281 residenti è già in pensione.

Tuttavia, se ci vieni in estate, non diresti che il villaggio è così grigio. Il rapporto anziani/giovani è ora ragionevolmente equilibrato a causa del gran numero di giovani vacanzieri e genitori che vengono in visita.

tempo di notizie

Il caffè Almedijar contiene principalmente pensionati

Almedija sembra essere l’avamposto di tutta la Spagna. Si prevede che entro il 2050 uno spagnolo su tre avrà più di 65 anni.

L’invecchiamento dei villaggi spagnoli non è causato solo da un basso tasso di natalità, ma anche dall’esodo. I giovani decidono in massa di stabilirsi nelle grandi città o all’estero. Perché se gli operatori sanitari ben formati, ad esempio, scelgono di rimanere, spesso finiscono in lavori sottopagati con molta incertezza.

Molti di loro puntano quindi, tra l’altro, a un futuro nei Paesi Bassi. Questo aiuta (un po’) a contrastare la carenza di personale nel nostro sistema sanitario, ma ora c’è la minaccia di una carenza di personale qualificato in Spagna, spiega l’economista Raymond Torres. “Siamo al bivio. Siamo di fronte al cambiamento demografico che attenderà questo Paese nei prossimi 30 anni. È allora che ci rendiamo conto della necessità di mantenere i giovani qui.

READ  Papa Francesco ha operato al Policlinico Gemelli. La Santa Sede: "Ha reagito bene". Fonti Ansa: "Il ricovero durerà almeno 5 giorni"

Nelle regioni al di fuori delle grandi città, la popolazione è già fortemente diminuita negli ultimi anni:

Tempo di notizie / Lars Boogaard

Questa migrazione lascia anche troppo pochi lavoratori per sostenere l’invecchiamento della popolazione. Il sistema pensionistico è sotto pressione.

Sono quindi necessarie riforme radicali, ritiene l’economista Raymond Torres. “Ofwel Spanje verlaagt drastisch de pensioenen, zodat die betaalbaar blijven. Ofwel de arbeidsmarkt gaat op de schop. stay.”

Il Giappone è il nostro futuro?

Poi il Giappone. La popolazione di questo paese è la più anziana del mondo: l’età media è ancora di qualche mese superiore a quella dell’Italia. La percentuale di persone con più di 65 anni è in rapido aumento:

Tempo di notizie / Lars Boogaard

Se sovrapponi questi due grafici, potresti dire che il Giappone è di circa vent’anni avanti rispetto ai Paesi Bassi. Ma i paesi non sono facili da confrontare. Ad esempio, le settimane di lavoro in Giappone sono più lunghe, il che significa che c’è meno carenza di personale rispetto ai Paesi Bassi.

Tuttavia, la percentuale di persone con più di 65 anni è già molto più alta in Giappone che nei Paesi Bassi. E poi le persone invecchiano in media anche molto di più che da noi. Per mantenere le pensioni accessibili, il governo giapponese ha iniziato a incoraggiare le persone anziane a continuare a lavorare dopo il pensionamento.

Ma questo non è ancora abbastanza per compensare il basso afflusso di lavoratori e garantire che ci siano abbastanza giovani mani al capezzale. E così le aziende guardano all’estero.

tempo di notizie

Kathlyn Romano, 21 anni, filippina, lavora in una casa di cura giapponese

“Il governo giapponese non porta gli stranieri come persone, ma come lavoratori, questo è il problema più grande”, ha affermato Ayumi Maido, di un gruppo di sostegno ai migranti. “Il governo vuole che le persone vengano solo se è un bene per gli affari e se ci sono davvero troppe poche persone altrimenti”.

Le rigide politiche migratorie sono state criticate l’anno scorso quando un uomo di 33 anni dello Sri Lanka, che era stato in Giappone più a lungo del previsto, è stato trattenuto in un centro di detenzione deceduto. Le sue grida di aiuto medico erano viste come un trucco per essere rilasciato.

Questo tipo di incidenti sono tipici dell’atteggiamento del governo e della gente, ha detto Maido. “I lavoratori del sud-est asiatico, dell’Africa e del Medio Oriente sono considerati inferiori al Giappone. Queste persone sono sempre disprezzati”.

  • Il Giappone che invecchia ha bisogno dei migranti, ma non li accoglie calorosamente

  • In Italia vogliono disperatamente che le persone abbiano un figlio

  • I giovani spagnoli partono in massa per la città o all’estero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.