Eurolega, Olimpia Milano battuta dal Bayern Monaco in match 3

I tedeschi rivendicano la prima vittoria nei playoff della storia, vincendo 85-79 nel terzo atto della serie

Sarà gara 4 per l’Olimpia che torna ma non riesce a passare al Bayern, 85-79. Gira sempre l’AXIS che accarezza la compagnia solo grazie alle improvvisazioni di Delaney, che nell’ultimo quarto mette 10 dei suoi 18 punti. È stato Lucic con 27 punti, il suo record in carriera, il fattore decisivo per gli uomini di Coach Trinchieri, nella prima vittoria in assoluto ai playoff. Il Milan è ora 2-1 nella migliore delle 5 serie: quarto atto venerdì alle 20:45, sempre in Germania.

inizio dell’incubo

Immediato clima di battaglia con i padroni di casa che cercano di attaccare il match, tripla di Flaccadori ad aprire le ostilità, 5-0 firmato da Johnson. L’AX resta asciutto per oltre tre minuti che si sblocca con il corridore di Punter, primo anello anche di Delaney che fa andare subito avanti il ​​Milan, 7-5, corre l’Olimpia con efficienza e pazienza che impatta sulla grazia di Micov, 9-9. Mister Trinchieri cambia le carte e trae nuove energie in panchina, dal botto di Lucic nasce il parziale tedesco firmato Reynolds e Sisko, triplo frontale dello sloveno per buona parte 8, 17-9. Stesso protagonista del tandem in prima doppia cifra di margine del Bayern, schiacciato dall’ex canestro dei talenti di Reggiano e Seeley che chiude il primo quarto, 23-9. È l’allenatore Messina questa volta ad alzare la pressione difensiva delle sue truppe, Hines flette i muscoli, Rodriguez con un 2 + 1 dà il segnale chiaro che AX ha entrambi i piedi in partita, 23-14. Continua la rimonta ospite con Datome a referto, Shields si sveglia con due siluri ad arco ed è in meno 3, 25-22. Il Bayern si innervosisce, allenatore dell’ex Radosevic, il Milan ringrazia e si converte con Datome, 27-25. Sfida ora in totale equilibrio con i padroni di casa che faticano a ritrovare le certezze offensive della partenza, Delaney lavora al fianco dei bavaresi, il sorpasso arriva con il canestro dal corner di Brooks. 32-33. E ‘stato Zipser a dare benzina ai tedeschi prima dell’intervallo, bloccato su Rodriguez e 2 + 1 in transizione che ha lasciato il Bayern in vantaggio a metà gara, 39-35.

READ  un altro errore per Charles Leclerc, le sue parole

stessi errori

Nuova spalla bavarese dopo il lungo riposo, pressione difensiva che produce più 10, Baldwin della linea, 45-35. Sceneggiatura simile all’apertura con il Milan a digiuno questa volta per metà del terzo periodo, un Lucic arrabbiato allunga il vantaggio tedesco a 18, 53-35. Da un pallone quasi perduto nasce il primo canestro AX, una schiacciata di Scudi, un fulmine che fa tremare l’Olimpia, due gambe di Rodriguez valgono meno di 13, 60-47. Sotto la pista l’AX resta in corsa con due partite a 4 punti da Punter e Delaney, un dubbio antisportivo Lucic regala ossigeno puro al Milan, 64-58. Lo stesso serbo è ancora l’anima del Bayern che però sembra perdere energie, Hines tiene i biancorossi milanesi sul 9, 75-66. L’esperienza di Zipser e Gist è un complemento importante per gli uomini di Coach Trinchieri, il ponticello di 5 metri del vecchio Pana vale di più 14, 80-66. Il Milan ha sette vite e non si arrende mai, Gist mette due liberi sul ferro, Roll tampona il meno 7, 80-73. Il Bayern ha resistito all’ultimo attacco del padrone di casa grazie alla lucidità di Sisko, la mano di Lucic non trema dalla linea caritatevole, non bastano sei punti del filo di Tarczewski per completare la rimonta.
Bayern: Lucic 27, Zipser e Baldwin 11
Milan: Delaney 18, Shields e Rodriguez 11

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *