Europei, Eriksen malato in Danimarca-Finlandia: news

Il centrocampista dell’Inter è crollato al 43′ della gara di Copenaghen. Il giocatore ha parlato con i compagni, che sono tornati in campo

dal nostro inviato Davide Stoppini

“Christian Eriksen è sveglio e rimane in condizioni stabili. Resterà in ospedale per ulteriori accertamenti: “E’ la federazione danese a tirare un sospiro di sollievo al mondo per le condizioni del giocatore dell’Inter, crollato a terra al 43′ di Danimarca-Finlandia, terzo Partita europea iniziata alle 18 a Copenaghen. La gara è ripresa alle 20.30, su richiesta dei giocatori di entrambe le squadre che hanno deciso di tornare in campo dopo aver appreso che Eriksen stava bene. Respira e può parlare: sta fuori pericolo”, ha detto l’agente del giocatore Martin Schoots alla radio danese dopo aver parlato con il padre del 29enne dell’Inter Peter. Møller, direttore tecnico della Danimarca, ha detto alla televisione pubblica danese che Eriksen ha parlato con i suoi compagni di squadra dal suo letto d’ospedale, rassicurandoli della sua condizione.

paura

Gelo nel Parken di Copenaghen. Al 43′ per Danimarca-Finlandia Eriksen è crollato vicino alla fascia, mentre si dirigeva verso la rimessa laterale di un compagno di squadra. Movimento goffo, gambe piegate, giocatore che cade a faccia in avanti. Diventa subito chiaro che si tratta di qualcosa di serio. Dopo essere stato soccorso dal campo, il giocatore è stato trasportato in ospedale e stabilizzato.

il salvataggio

I giocatori danesi si mettono le mani nei capelli, i compagni fanno cenno ai medici di affrettare l’ingresso. Entra il personale medico, poi subito dopo gli operatori sanitari. Eriksen è immobile a terra. Hai bisogno di un massaggio cardiaco ripetuto. I giocatori danesi stanno di fronte al giocatore per proteggerlo. Sullo stadio cala il silenzio. Il massaggio cardiaco dura a lungo. La gente si bacia, il terrore sui loro volti. Ad un certo punto, l’allenatore danese Hjulan corre verso la tribuna opposta mentre parla al telefono. È la moglie di Eriksen che chiede di entrare in campo, viene baciata dallo stesso Hjulmand e poi da Kjaer e Schmeichel. Undici minuti di terrore. Poi Eriksen viene messo in barella e lascia il Parken, intubato, tra gli applausi della popolazione, per raggiungere il vicino ospedale Rigshospitlaet. Le prime foto del momento dell’uscita dal campo sono di buon auspicio: il giocatore, seppur intubato, sembra cosciente, tanto che si guarda intorno, una mano sulla fronte.

READ  La rosa di Pirlo non spaventa nessuno: tutto quello che manca per ridiventare una vera Juve

Il gioco

Poco dopo l’interruzione, la UEFA ha annunciato la sospensione temporanea della partita. I giocatori hanno deciso di tornare in campo dopo aver ricevuto notizie rassicuranti sulle condizioni di Eriksen: ha ripreso con gli ultimi 4′ del primo tempo, 5′ di pausa poi la ripresa.

uefa

Ad Eriksen si unisce la vicinanza del presidente UEFA Aleksander Čeferin: “Tempi come questi mettono la vita in prospettiva. Auguro a Christian una rapida e completa guarigione e prego che la sua famiglia abbia forza e fede. Momenti come questi mostrano l’unità della famiglia del calcio: Christian e la sua famiglia si sono sentiti vicini. Ho sentito i fan di entrambe le squadre cantare il suo nome. Il calcio è bello e Christian lo gioca magnificamente”.

Il medico dell’Inter

Piero Volpi, medico dell’Inter, ha dichiarato all’Associated Press che Eriksen non aveva mai avuto il Covid, che non aveva problemi di salute di cui il club era a conoscenza e che aveva sempre superato tutti gli esami clinici senza alcun problema da quando era arrivato all’Inter dal Tottenham nel gennaio 2020.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *