Gli USA liberano dopo 20 anni una delle più famose spie della Guerra Fredda |  All’estero

Gli USA liberano dopo 20 anni una delle più famose spie della Guerra Fredda | All’estero

Ana Belén Montes è stata rilasciata da una prigione americana questo fine settimana. L’americano è stato imprigionato per oltre vent’anni per una delle operazioni di spionaggio più famose e riuscite contro gli Stati Uniti.

Prima del suo arresto, Montes era attiva con il servizio di sicurezza statunitense DIA. La tedesca ha iniziato la sua carriera lì nel 1985 e ben presto è riuscita a ottenere il lavoro di analista cubano.

Nel corso della sua carriera, ha ricevuto messaggi in codice contenenti ordini dal governo cubano. Montes ha risposto tramite cercapersone.

A causa delle attività di spionaggio di Montes, il governo cubano era a conoscenza da molti anni di praticamente tutte le operazioni segrete americane sull’isola. Ad esempio, ha rivelato l’identità di almeno quattro spie americane e ha trasmesso documenti riservati.

Secondo notizie della BBC il governo Usa la considera “una delle spie che ci ha fatto più male”.

È stata arrestata nel settembre 2001 dopo una denuncia anonima da parte di un alto funzionario che avrebbe collaborato con il governo cubano. Poi l’FBI l’ha raggiunta.

Montes ha confessato la sua colpa, ma non era dispiaciuto. “Ho agito secondo la mia coscienza. L’atteggiamento degli Stati Uniti nei confronti di Cuba è crudele e ingiusto. Ho dovuto aiutarli lì in modo che potessero difendersi dalla nostra influenza”, ha detto Montes.

Gli Stati Uniti terranno d’occhio l’ex spia per altri cinque anni. Il suo uso di Internet è monitorato e non le è mai più permesso di ricoprire una posizione nel governo degli Stati Uniti. Deve anche chiedere il permesso di parlare alle autorità straniere.

READ  Variante Delta, "efficacia del vaccino Pfizer solo 64%"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *