Groningen una provincia di merda?  Un piatto Groninger di Zeerijp avrebbe dovuto mettere Emma Wortelboer al suo posto |  avviso

Groningen una provincia di merda? Un piatto Groninger di Zeerijp avrebbe dovuto mettere Emma Wortelboer al suo posto | avviso

Al tavolo di ‘Marcel & Gijs’, Emma Wortelboer ha potuto esprimere liberamente la sua antipatia per la provincia di Groningen. È giunto il momento di una maggiore diversità geografica nei talk show, afferma Dianne Bleeker.

“Penso solo che Groningen sia una provincia di merda”, ha gridato Emma Wortelboer nel talk show di venerdì 23 giugno. Marcel & Gijs . Non c’era molto da obiettare. Marcel van Roosmalen ha cercato di fare di Winschoten un villaggio autentico, anche se è la seconda città commerciale della provincia con circa 77.000 metri quadrati di spazi commerciali e più di 18.000 abitanti.

Spesso mi fa incazzare quando ospiti e presentatori di talk show parlano di Groningen senza fare i compiti, ma è stata una performance piuttosto imbarazzante. È diventato solo più imbarazzante quando a Wortelboer è stato permesso di spiegare perché aveva questa opinione eccessivamente semplicistica. “C’è sempre vento, è piatto, non c’è molto da fare e non è eccezionale”, ha analizzato con precisione.

Poi sono seguite le risate. La mia attenzione era già diminuita quando i problemi di estrazione del gas a Groningen sono stati paragonati alle perdite di protesi mammarie e tutta Groningen è stata liquidata come denunciante, ma è stato allora che ho afferrato il telecomando e ho fatto zapping.

Residenti di Randstad con un’opinione

Un altro gruppo di persone delle periferie esprime un giudizio su una provincia, dove probabilmente non sono stati più di una volta. Questo non mi sorprende più, perché come nativo di Groningen e ora importatore da Amsterdam, mi vengono regolarmente lanciati in testa un pregiudizio dopo l’altro. “Sei di Groningen?” “Non parli affatto con un accento.” Oppure: “Quanto sei affermato. Come se avessi lasciato a casa gli zoccoli e la tuta.

READ  "Il figlio Maarten van Rossem partecipa a De Slimste Mens?"

Non è la prima volta che sento dire che gli abitanti di Groningen sono ritratti come contadini piagnucolosi, paesani stupidi o studenti ubriachi. Quando riescono a parlare, spesso non vengono presi sul serio a causa del loro accento. Uno studio del 2021 di Erik Scherder ha mostrato che le persone con un accento o un dialetto chiaro sono considerate più stupide delle persone che parlano ABN.

Non del tutto incomprensibile se si guardano i presentatori dei maggiori talk show olandesi e i commensali a tavola. Non dovremmo avere qualcuno con un accento o un dialetto che presenta un talk show più spesso, come in Norvegia? O almeno offrire più diversità geografica a tavola? I talk show possono essere registrati ad Amsterdam oa Hilversum, ma mostra grande pigrizia se Wortelboer è la soluzione migliore in questo dibattito.

L’opinione conta di più

Sono quindi sorpreso che le sia permesso di parlare alla televisione nazionale dell’estrazione di gas a Groningen in un momento in cui il divario tra Randstad e la provincia è enorme e la polarizzazione sta crescendo. Un recente studio di Kieskompas ha mostrato che l’80% degli abitanti di Groningen, Friesland e Drenthe ritiene che l’opinione degli abitanti del Randstad sia più importante di quella degli abitanti del resto dei Paesi Bassi. Non li biasimo.

Quanto mi sarebbe sembrato meraviglioso che un Groningen di Zeerijp che parlava in modo piatto avesse messo Wortelboer al suo posto spiegando in dettaglio perché i danni causati dal terremoto sono un grosso problema. Potrebbe anche aver ricevuto consigli per un fine settimana al Nord, perché c’è molto da fare.

READ  È morto l'attore di Will & Grace Leslie Jordan (67) | Film e serie

I preferiti personali sono Lauwersoog, una spiaggia dove puoi sempre stendere il tuo asciugamano in pace, passeggiare nel villaggio fortificato di Bourtange o dare un’occhiata al porto di Delfzijl. Se è tutto troppo tranquillo per la signora Wortelboer, può anche tuffarsi nella Peperstraat per una serata fuori in una città dove i pub non hanno orari di chiusura e dove Brabante è cantato forte come L’erba del Noorderplantsoen.

Dianne Bleeker è una giornalista freelance

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *