I russi vogliono vendere miliardi di Bitcoin e criptovalute negli Emirati Arabi Uniti

I russi vogliono vendere miliardi di bitcoin e criptovalute agli Emirati Arabi Uniti (UAE). chi segnala Reuters in un rapporto.

Per quanto ne sappiamo, questa è una speculazione, nessuna prova concreta è stata ancora condivisa per questa teoria. Un broker anonimo segnala che diverse richieste sono arrivate dalla Svizzera. Una delle richieste era molto grande: convertire 2 miliardi di dollari di bitcoin in dollari.

Acquista Bitcoin in modo facile e veloce su Bitvavo. Inizia e non pagare commissioni di transazione sul tuo primo acquisto fino a € 1.000!

“Abbiamo un ragazzo (non so chi sia, ma si è rivolto a un broker) e ha detto: ‘Vogliamo vendere 125.000 bitcoin.’ E io: “Cosa? Sono 6 miliardi di dollari, ragazzi”. E poi hanno detto: “Sì, lo invieremo a un’azienda in Australia”.

Le fonti sono quindi anonime. Adam Back esprime i suoi dubbi su questa citazione. L’Australia non è esattamente conosciuta come un luogo dove eludere le sanzioni finanziarie. Secondo Reuters, i russi vogliono anche investire nel settore immobiliare oltre ai dollari.

Tuttavia, cose come dollari e immobili sono più facili da confiscare rispetto ai bitcoin. Se vuoi uscire dalle sanzioni, investire nel settore immobiliare non sembra la strategia giusta.

=https://twitter.com/adam3us/status/1502322115286032385″ data-service=”twitter”>

Meltem Demirors ritiene che questi rapporti siano molto simili alle precedenti voci di trading desk. Secondo quanto riferito, i contatori OTC hanno ricevuto ordini massicci di decine di migliaia di bitcoin nel 2018 e nel 2019.

=https://twitter.com/Melt_Dem/status/1502313871633272833″ data-service=”twitter”>

Bitcoin

Bitcoin è inarrestabile sulla rete. Una transazione sarà sempre recuperata a lungo termine se paghi le commissioni di transazione corrette. Oltre a questo, tuttavia, ci sono misure che possono essere adottate per impedire il flusso di denaro. Pensa, ad esempio, al blocco di asset su scambi di criptovalute e/o banche, come le sanzioni contro la Russia.

READ  sconti estesi a tablet e PC

Inoltre, ci sono anche molte società di dati (come analisi su catena) che controllano da vicino la rete. I loro servizi e software vengono a loro volta acquistati da organizzazioni governative. Evitare le sanzioni con bitcoin è possibile, ma non è certo facile. La completa privacy sulla rete è molto difficile da ottenere. E un errore può essere fatale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *