Il Bayern Monaco umilia il Barcellona e vola in semifinale: finisce 8-2

Il Bayern Monaco umilia il Barcellona e vola in semifinale: finisce 8-2

LISBONA (Portogallo) – Il Baviera Monaco annienta il Barcellona con un clamoroso 8-2 e vola in semifinale di Champions League. Perfetta prestazione degli uomini di Flick che archiviano virtualmente il match in mezz’ora con la doppietta di pestelloe le reti di Gnabry e Perisic. Nella ripresa Kimmich, Lewandowski e due volte Coutinho allungano i catalani che non bastano all’autogol Alaba e il grande obiettivo di Suarez. L’azulgrana non aveva mai subito 8 gol in coppe europee e dal 1946 non aveva collezionato 8 gol in una partita: Barcellona-Siviglia 0-8. I bavaresi incontreranno il vincitore del Manchester City-Lyon Mercoledì 19 agosto alle 21.

Barcellona-Bayern Monaco, curiosità e statistiche

Champions League, il calendario

Super Muller: First Half Poker

Dopo 3 ‘il Barcellona costruisce una buona occasione con il cross di Sergi Roberto dalla destra verso Suarez su cui è straordinario l’intervento in tandem di Boateng e Neuer, sul ribaltamento di fronte allo scambio al limite dell’area tra Lewandowski e pestello libera il tedesco al tiro che non lascia scampo a Ter Stegen che sblocca la gara. La risposta azulgrana non tarda ad arrivare al 7 ‘arriva il pareggio: tiro di Piqué per Jordi Alba, cross al centro e intervento rotto di Alaba che con la sua destra sorprende Neuer sul secondo palo. Gli uomini di Setien lasciano il segno quando affondano e al 9 ‘costruiscono una doppia chance, prima con Suarez che, a tu per tu con Neuer, colpisce in pieno il portiere avversario, poi con il cross di Messi dalla destra che non trova le teste del suo compagni di squadra e stampa sul post. Al 22 ‘arriva il nuovo vantaggio per i ragazzi di Flick: palla velenosa persa da Sergi Roberto su Gnabry, assist per Perisic e sinistro violento che colpisce il piede di Ter Stegen, sfiora la traversa e si infila in rete. Gli spagnoli provano a riequilibrare subito il risultato con Boateng che rischia il secondo autogol della serata, ma al 28 ‘, dopo una super chance per Lewandowski, arriva il terzetto tedesco con Gnabry che sfrutta alla perfezione l’assist di Goretzka, sorpassando di destro il portiere avversario. La difesa blaugrana crolla totalmente e al 30 ‘rischia di cedere il poker a Lewandowski, ipnotizzato da Ter Stegen, ma passa solo un minuto e pestello Trova la doppietta: cross di Kimmich sul primo palo e zampata del numero 25 che non lascia scampo alla difesa catalana.

READ  Mercato della Juventus: scoppia il caso Arthur, il bianco e nero preoccupato

Kimmich, Lewandowski e doppio Coutinho

Si riparte e la prima occasione è Perisic, con la conclusione dal limite bloccata da Ter Stegen, ma al 57 ‘il Barcellona accorcia le distanze con Suarez bravo a dribblare Boateng prima di battere Neuer con il sinistro. Si riaccendono le speranze per Messi e compagni eppure è solo un’illusione perché al 63 ‘minuto Kimmich firma la manita: Davies mostra a sinistra e serve d’oro per il più facile dei gol senza gol. Al 68 ‘Coman entra in campo e dopo pochi secondi, grazie ad un altro colossale sonno della difesa Blugrana, sfiora la rete, come accade poco dopo a Gnabry su cui Ter Stegen è superbo. Il dominio tedesco non cade nell’ultimo quarto d’ora e all’82 ‘c’è spazio anche per il 14 ° gol in gara Lewandowski prima del secondo doppio della serata firmato da Coutinho che batte Ter Stegen all’85 ‘e all’87’. Manchester City e Lione Sono avvisato: chi vuole arrivare in finale dovrà superare un super Baviera Monaco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *