Il Belgio manca l’Oscar, il premio va a Tutto tranquillo sul fronte occidentale |  Oscar

Il Belgio manca l’Oscar, il premio va a Tutto tranquillo sul fronte occidentale | Oscar

Il dramma belga-olandese Chiudere non ha vinto un Oscar domenica sera. Il premio per il miglior film straniero è andato all’epopea di guerra tedesca Tutto tranquillo sul fronte occidentale (Im Westen nichts neues) . Il film, su un gruppo di soldati durante la prima guerra mondiale, era uno dei preferiti.

Il dramma ha anche vinto la migliore fotografia all’inizio della serata ed è anche candidato all’Oscar per il miglior lungometraggio. Questa è la quarta volta che la Germania vince il premio per il miglior film straniero. In precedenza questo accadeva con Il tamburo Blech (1979), Da nessuna parte in Africa (2002) e Le vite degli altri (2006).

Frans van Gestel, il produttore olandese di Chiudereè rimasto deluso dal fatto che il film non abbia vinto, ma ha chiamato In occidente non c’è niente di nuovo “un meritato vincitore”. “È solo un peccato Chiudere non ha vinto, questo film meritava di vincere “, ha detto il produttore. “Ma ovviamente sono stati realizzati altri film fantastici”.

In occidente non c’è niente di nuovo è il quarto adattamento cinematografico del famoso libro di Erich Maria Remarque. Il libro del 1929 è considerato uno dei grandi capolavori che delinea l’inutilità della guerra. Il film è stato realizzato per il servizio di streaming Netflix. “È un film contro la guerra in un momento in cui in Ucraina infuria una guerra terribile”, dice Van Gestel, che vi trova anche un messaggio “per la pace e contro la guerra”. “Quindi è un meritato vincitore.”

READ  Emile Ratelband scontento di un documentario sulla sua vita: “È diventata un'immagine a senso unico! †Arnhem

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *