I Red Wolves si sono lasciati sfuggire il divario e sono caduti di nuovo di misura contro la Grecia |  CE pallamano

I Red Wolves si sono lasciati sfuggire il divario e sono caduti di nuovo di misura contro la Grecia | CE pallamano

“Mi stanca così tanto”, ha sospirato il portiere Jef Lettens dopo la sconfitta casalinga di misura contro la Grecia. I belgi hanno avuto ancora una volta la punta piccola del bastone e probabilmente hanno dovuto mettere da parte il sogno dell’Europeo.

Tuttavia, ciò non ha tolto la motivazione per sistemare le cose contro i greci. I belgi sono partiti in modo torrido e hanno brillato contro una Grecia addomesticata.

Guidati dai tiratori Colman, De Beule e Cadel, i Red Wolves sono andati avanti dopo un vantaggio di 5-10. Un margine che hanno voluto mantenere fino all’intervallo.

Ma quello era fuori dalla squadra di casa. In pochi minuti i greci superano il Belgio, che improvvisamente non riesce più a segnare. Risultato: 13-12 all’intervallo, presagio di un secondo tempo molto emozionante.

Entrambe le squadre hanno tenuto il ritmo fino a quando la squadra di casa ha segnato un divario di due gol. I belgi resistevano ancora, ma la loro accelerazione in blocco è arrivata troppo tardi.

Come all’andata, sul tabellone ci sono i numeri 26 e 24. Un’altra sconfitta ravvicinata per la collezione Wolves.

“Siamo certamente delusi, ma abbiamo anche dimostrato di poter lottare fino alla fine”, ha dichiarato Louis Delpire.

“Dopo 25 minuti buoni abbiamo dovuto soffrire i greci e ci è mancata la determinazione sotto porta. La nostra difesa era ben assemblata, ma non siamo riusciti a recuperare abbastanza dal colpo prima dell’intervallo”.

“All’inizio del secondo tempo abbiamo ripreso il controllo del gioco. La Grecia ha potuto segnare solo un gol, ma il seguito ha lasciato a desiderare. Abbiamo ancora una possibilità di qualificarci, quindi dobbiamo andare lì. vai . nell’ultimo duello.”

READ  La galassia nana Tucana II ha un enorme ed enorme alone di materia oscura - Notizie scientifiche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *