Il primo ministro svedese Stefan Löfven ha annunciato le sue dimissioni a novembre

Il primo ministro svedese, il socialdemocratico Stefan Löfven, Egli ha detto che si dimetterà a novembre, in occasione del congresso nazionale del suo partito. “Sono stato leader del partito per 10 anni, primo ministro per 7, ma tutto deve finire”, ha detto, annunciando la decisione. Il parlamento svedese dovrà quindi votare la fiducia a un nuovo Primo Ministro che guiderà il governo fino alle elezioni previste per settembre 2022.

Löfven ha 64 anni ed è Primo Ministro della Svezia dal 2014. Lo scorso giugno si è dimesso dopo il parlamento aveva votato contro la fiducia nei suoi aspetti. Ancor prima della sfiducia, Löfven governava grazie a una coalizione molto debole con i Verdi, che aveva solo il 33 per cento dei seggi e contava sull’appoggio in parlamento di due piccoli partiti di centrodestra e del Partito di sinistra. Il voto di sfiducia è stato proposto da Die Linke e riguardava in particolare un piano presentato dal governo per regolamentare i canoni di locazione degli appartamenti di nuova costruzione. 7 luglio tuttavia, l’aveva ricevuto di nuovo fiducia parlamentare, con 176 voti favorevoli e 173 contrari (il parlamento svedese è unicamerale e dispone di 349 seggi).

READ  Coronavirus Lombardia: 235 nuovi casi e 3 morti. Due ricoveri in terapia intensiva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *