Il rapper Lil Kleine è stato arrestato domani con l’accusa di tentata aggressione aggravata

The Crown sospetta che il rapper Lil Kleine abbia tentato di aggressione o aggressione aggravata. Il rapper, il cui vero nome è Jorik Scholten, è stato arrestato domenica sera dopo la denuncia di aggressione.

È ancora in custodia e domani sarà portato davanti al gip. Decide se rimanere bloccato o meno.

La polizia è stata informata domenica di un attacco al Prinsengracht ad Amsterdam. Le immagini sono state condivise sui social. Questo mostrerebbe come il rapper tira fuori la sua ragazza Jaimie Vaes da un’auto e la maltratta.

La direzione del rapper, NAMAM, ha dichiarato oggi in una risposta di essere “scioccata da quello che è successo”. L’agenzia di gestione dice che stanno valutando la possibilità di collaborare con il rapper. “Se continuiamo a rappresentarlo come artista, gli applicheremo condizioni rigorose”. NAMAM non fornisce alcuna dichiarazione su quali siano questi termini. “Tocca la vita privata di Jorik Scholten.”

Immagine di cera eliminata

Madame Tussauds ha rimosso l’immagine del rapper che era ad Amsterdam, ha detto oggi. Il museo aveva precedentemente rimosso la statua di Marco Borsato. È accusato di comportamento sessualmente trasgressivo.

Il servizio di streaming Spotify ha già rimosso le canzoni di Lil Kleine da tutte le playlist compilate dagli editori dell’azienda. La musica del cantante può ancora essere ascoltata sulla piattaforma musicale.

stazione radio FunX non riproduce la musica del rapper in questo momento. “Ancora una volta, la notizia di un artista provoca forti reazioni tra il nostro pubblico. Ecco perché abbiamo deciso, in consultazione con le emittenti, di non includere la musica di Lil Kleine nelle playlist di NPO FunX per il momento”, ha detto ieri un portavoce . .

READ  Oroscopo di domani 20 luglio 2021: Bilancia, cogli un'occasione

Abuso nel 2019

Il rapper è stato condannato a 120 ore di servizio alla comunità la scorsa settimana. Il giudice ha ritenuto dimostrato che nel 2019 era un visitatore di 28 anni del club Oliva in Rembrandtplein ad Amsterdam maltrattato

Lo scorso maggio ha trascorso una notte in una cella spagnola. La sua compagna Vaes aveva sporto denuncia contro di lui, perché sarebbe stata picchiata da lui nella notte tra sabato e domenica a Ibiza. Questo caso è diventato messo da parte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *