Il rapper Yurmaine (ex Green Gang) parla della lista dei morti (VIDEO)

Il rapper Yurmaine (ex Green Gang) parla della lista dei morti (VIDEO)

L’ex membro della Green Gang Germaine Romero, alias il rapper Yurmaine, ha parlato in un’intervista con la piattaforma NEW VIBES ONLY sulla lista di morte in cui si trovava. L’artista, che ha pubblicato il suo EP a giugno lotta pubblicato dall’etichetta musicale OJ Fam, vuole lasciarsi alle spalle il suo passato tumultuoso e usare la sua musica per insegnare lezioni di vita ai giovani.

Tramite Roel Janssen

Secondo la giustizia, Romero era sulla lista di morte del criminale di Amsterdam deceduto Cor van der T. e dei membri del club motociclistico Caloh Wagoh. Quest’ultimo piani di assassinio sono stati discussi da “The Wizzard” e “C-Murder” (per il giudice Jermaine B. e Delano “Keylow” R.). Entrambi sono in luglio fino a tutta la vita condannato nel processo Eris in cui diversi sospetti di Caloh Wagoh erano sotto processo per una serie di omicidi e omicidi falliti. Il ricorso non è stato ancora depositato.

In una conversazione con l’intervistatore Mario Brouwer, Yurmaine parla di quando ha appreso di essere su una lista di morte.

“In quel momento, mi sono detto: perché è questo? Chi e cosa? Quindi è come: o ti spezzerà, o pensi: è così. Quindi inizi a prendere precauzioni, come andare in giro con una pistola o guardarti alle spalle più spesso. Diventerai anche più consapevole di chi ti associ e fai delle scelte, poiché sei limitato nella tua libertà e non puoi più andare da nessuna parte. Sei bloccato sia fisicamente che mentalmente a questo punto. Quando lo senti, è un po’ uno shock, ma a un certo punto ho continuato.

tiro a segno nel selvaggio west

Germaine Romero è stata imprigionata per sei anni per il suo coinvolgimento in una selvaggia sparatoria ad Amsterdam sud-est, in cui una Volkswagen Golf con quattro rivali è rimasta intrappolata e crivellata di 23 proiettili il 17 febbraio 2009. Miracolosamente, da solo il conducente dell’auto ha sofferto solo lievi ferite alle mani.

READ  Povia positivo al Covid non va alla manifestazione di Genova contro il pass verde

I membri della Green Gang Ossi e FI sono stati condannati a otto anni di carcere per la sparatoria, Jason L., (alias JayJay, ora Djaga Djaga) ha ricevuto 730 giorni di detenzione minorile. Jason L. è ora seduto diciotto anni imprigionato per aver partecipato a una liquidazione. L., che era nella stessa lista delle vittime, è un buon amico di Romero.

Girando

Yurmaine ora dice di essersi lasciato alle spalle la vita per le strade e ora ha molta più pace. Alcune persone intorno a lui non lo capivano né lo credevano, ma ora lo capiscono e sono orgogliosi di lui, dice. La svolta arrivò gradualmente quando suo figlio nacque anni fa.

“Mi sono reso conto che la vita che ho vissuto non mi avrebbe portato da nessuna parte. Prima di morire, voglio anche lasciare qualcosa qui, oltre all’eredità di essere violento e di essere elogiato da cose cattive.

Esempio

Yumaine dice che ora vuole essere il buon esempio “perché c’è comunque odio e le persone ti fanno un esempio o hai pregiudizi”.

“Ora voglio essere un esempio, soprattutto per i miei figli. E per chiunque mi abbia ammirato o mi abbia ammirato, voglio anche mostrare che le cose possono essere fatte in modo diverso. Soprattutto ai giovani della regione da cui vengo, che sono sulla stessa barca e che hanno condotto la stessa vita.

Primo EP

Sul suo primo EP uscito quest’estate lotta il rapper Amsterdam-Zuidoost è assistito da Hef, Cor, Kalibwoy, Jonna Fraser, Lijpe, Henkie T, Chivv, Jordymone9 e Djaga Djaga.

Nel frattempo, anche Romero e due amici hanno la loro attività vegana, The Redi Pill. Un negozio online di abbigliamento e scarpe vegan.

READ  Maarten van Rossem non vuole un nastro reale | Stelle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *