La Germania tiene aperte più a lungo le centrali nucleari |  All’estero

La Germania tiene aperte più a lungo le centrali nucleari | All’estero

A causa della crisi energetica, la Germania ha deciso di mantenere aperte più a lungo due delle tre centrali nucleari rimaste. I tedeschi si dicono convinti dopo i test di resistenza nelle centrali elettriche.

“Due delle tre centrali nucleari possono essere riutilizzate o continuare a funzionare nelle loro riserve se è davvero necessario”, ha detto il ministro dell’Economia tedesco Robert Habeck (i Verdi) in una conferenza stampa questa sera. altri, di un alto dirigente tedesco dell’operatore di rete Tennet.

Entro la fine di quest’anno, le tre centrali nucleari rimaste in Germania dovrebbero effettivamente chiudere. Una decisione presa dal Cancelliere Merkel nel 2011 dopo il disastro nucleare di Fukushima, in Giappone. Negli ultimi mesi, nonostante l’aumento dei prezzi dell’energia, l’attuale governo si è attenuto alla politica controversa Atomousstiegma ora è finita.


Preventivo

Al volgere dell’anno, vediamo quanto gas abbiamo utilizzato e se dovremmo passare all’energia nucleare

Il ministro tedesco Robert Habeck

Prenditi cura della fornitura di energia

Uno stress test “di successo” effettuato il 17 luglio dagli operatori di rete Tennet, 50Hertz, Amprion e Transnet BW ha convinto il governo. Di conseguenza, le centrali nucleari Isar 2 nello stato della Baviera e Neckarwestheim 2 nel Baden-Württemberg possono rimanere aperte al massimo fino a metà aprile 2023, ha affermato Habeck. Il governo è particolarmente preoccupato per l’approvvigionamento energetico nella Germania meridionale.

“Sapremo a dicembre come si è evoluta la situazione”, ha detto Habeck, anticipando il possibile freddo nei mesi invernali. “A cavallo dell’anno, vedremo quanto gas abbiamo utilizzato e se dovremmo passare all’energia nucleare”.

READ  all'inizio modifica e invia. Come fare

Negli ultimi giorni sono aumentate le pressioni sul governo tedesco per mantenere aperte più a lungo le tre centrali nucleari. I prezzi dell’elettricità sono saliti di nuovo alle stelle dopo la chiusura del gasdotto russo-tedesco Nord Stream 1. tre centrali nucleari in Germania devono continuare a funzionare per almeno “tre, quattro e cinque anni”. più tempo per superare la crisi energetica.

Il nucleare è “parte della soluzione”

Ciò non accadrà, secondo Habeck, perché l’energia nucleare è “una tecnologia che comporta un grande rischio”. Ha puntato il dito contro la Francia che, tra l’altro, ha problemi con il raffreddamento delle sue centrali nucleari. Inoltre, secondo Habeck, le centrali elettriche in Germania possono fornire solo un “contributo limitato”. Pertanto, vede anche l’energia nucleare come “parte della soluzione”.

Infine, il ministro tedesco ha chiesto la solidarietà europea. “Siamo parte di un sistema energetico europeo, che quest’anno è stato particolarmente colpito. Nazionalizzare diversi sistemi non è la strada giusta da percorrere. Dobbiamo continuare a lavorare insieme.

Guarda i nostri video sulla crisi energetica qui:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *