Il tuo datore di lavoro può già chiederti informazioni sui tuoi piani per le vacanze di Natale?

Per molti lavoratori è una frustrazione ricorrente: pianificare le vacanze estive e il Natale. I datori di lavoro vogliono sempre sapere il prima possibile se stai ancora prendendo un congedo; come dipendente, preferiresti avere più tempo possibile per scegliere.

“Come datore di lavoro, vuoi organizzare il lavoro”, spiega Morgane Veenhuijzen, avvocato del lavoro. “Ho abbastanza persone per superare il periodo natalizio? Puoi sempre chiedere ai tuoi dipendenti di inoltrare i loro piani per le vacanze”.

Non richiesto

Solo che lo senti già arrivare, come dipendente non sei legalmente obbligato a farlo. A volte non conosci ancora i tuoi piani e la legge non ti obbliga a fare domanda per le ferie con mesi di anticipo.

“La legge stabilisce che le ferie sono determinate in base alla richiesta di ferie del dipendente”, afferma Veenhuijzen. “Il datore di lavoro è tenuto a rispondere entro due settimane. La mancata risposta automaticamente significa che la tua richiesta di congedo è stata approvata”.

I datori di lavoro a volte dicono anche: torneremo alla tua richiesta di vacanza. Ma questo non ti esonera dall’obbligo di rispondere entro due settimane, chiarisce Veenhuijzen.

Per il tuo bene

Anche se non c’è alcun obbligo di vacanza ora, potrebbe essere nel tuo stesso interesse farlo, avverte Veenhuijzen. “Come datore di lavoro, puoi dire: non riesco più a riempire il programma, quindi devo rifiutare la tua richiesta di ferie. In un ospedale, ad esempio, tutti i turni devono essere riempiti a un certo punto”.

Lui o lei può anche revocare il tuo congedo se c’è un “interesse commerciale significativo” mette a rischio le operazioni commerciali.

READ  Per chi vuole lasciare il riscaldamento spento: "Ci si può abituare a un soggiorno freddo"

Regole proprie

Come datore di lavoro, c’è sempre qualcosa che puoi fare per assicurarti che il tuo personale comunichi i propri desideri per le vacanze in tempo, afferma l’avvocato del lavoro. “Puoi elaborare un piano ferie per la tua azienda, in cui stabilisci regole per le richieste di ferie. Devi pubblicizzare questo piano per tempo, ad esempio all’inizio di ogni anno”.

Puoi anche trascorrere giorni liberi e vacanze collettive in un tale schema, come il commercio edile o il venerdì tra l’Ascensione e il fine settimana successivo. A volte vediamo anche che un certo settore lo include nel contratto collettivo di lavoro.

Nello studio legale in cui lavora Veenhuijzen, i datori di lavoro spesso chiedono se possono costringere i propri dipendenti a prendersi una pausa. “Le aziende poi dicono: siamo molto tranquilli durante le vacanze di Natale, la metà degli ordini, possiamo avere ferie obbligatorie? No, non è possibile così. Con il corona, anche noi le aziende volevano sbarazzarsi di questa forza».

carro armato delle vacanze

Vede spesso anche il contrario. “Lavoriamo molto con le aziende ICT e multimediali, dove le persone stanno davvero accumulando giorni di ferie. Il datore di lavoro deve dire loro esplicitamente che quei giorni di ferie scadranno a un certo punto, ma non può costringerli a prendersi i giorni. Il quadro di buone pratiche di lavoro si verifica perché qualcuno lavora e lo attraversa.

E perché fare una vacanza è così importante, puoi vedere nel video qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *