Incidente a Fipili: terribile incendio di carri armati, paura e traffico bloccato

Empoli, 6 novembre 2020 – Terribile incendio a Fipili la prima mattina di venerdì 6 novembre. Un’autocisterna che trasportava materiali combustibili ha preso fuoco a seguito di un incidente nella sezione tra Empoli e San Miniato.

Una densa colonna di fumo nero è rimasta visibile per diversi minuti, anche da lontano. Diversi vigili del fuoco dei distaccamenti Empoli, Petrazzi, Pontedera e Santa Croce, nonché tramite il Comando di Prato e le unità Nbcr (Nuclear Biological Chemical Radiological) dei Comandi di Firenze e Pisa.

Non sono stati riportati feriti, ma c’era molta paura tra gli automobilisti di passaggio che guardavano terrorizzati ciò che stava accadendo. Il traffico è bloccato e c’è pesanti ripercussioni per i collegamenti tra la costa e l’interno della Toscana.

“Sto monitorando la situazione. Sono in contatto con Avr, il gestore dell’infrastruttura stradale, e stiamo monitorando le operazioni di arresto minuto per minuto. Successivamente valuteremo eventuali danni alle pavimentazioni. Il primo obiettivo è mettere in sicurezza la viabilità e ripristinare il flusso del traffico, alleviando il disagio dei pendolari bloccati, anche se i tempi di recupero non saranno brevi. Inevitabile anche una riflessione sul danno ambientale “.

Lo ha affermato l’assessore regionale alle infrastrutture e ai trasporti, Stefano Baccelli, relativo all’incendio avvenuto a seguito di un incidente che ha coinvolto un serbatoio di gasolio nel tratto tra San Miniato ed Empoli Ovest da sgc Fi-Pi-Li. Secondo quanto riferito da Avr, direttore di Fipili, alla giunta regionale, l’incidente è stato causato da una petroliera in viaggio verso Firenze che ha colpito il New Jersey e ha perso il serbatoio diesel che trasportava. Il container è scivolato sull’altra strada e il fuoco è iniziato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *