Inter – Chiffi si confonde nel 2 ° T: su Lautaro un rigore. Marchizza-Lukaku, doppio errore

Secondo incrocio con Inter questa stagione per Daniele Chiffi, arbitro incaricato di guidare il match ‘Peak’ tra i nerazzurri e lo vivacizzare. Il fischio del settore padovano, spesso impreciso nella valutazione di alcune situazioni abbastanza nette, si confonde intorno al 56 ‘quando non vede il tocco in ritardo di Vignali su Lautaro in area di rigore e morde poi una simulazione di Marchizza che fa infuriare. Lukaku.

2 piedi – Ultimo tocco di Ferrer nel duello aereo con Perisic: Chiffi valuta bene e assegna una rimessa in gioco a favore dell’Inter.

4 piedi – Barella stende il pallone oltre la linea laterale: è giusto non dare un corner all’Inter.

12 piedi – Gol del vantaggio regolare dello Spezia segnato da Farias. Non c’è giocatore in maglia bianconera nel cono visivo di Handanovic, che beffa un tiro tutt’altro che irresistibile.

13 ‘- Lukaku calcia Provedel dopo un tiro di testimone calibrato poco dopo la linea di centrocampo. Al termine dell’azione, la bandierina si alza per segnalare il fuorigioco del belga, ma il replay non chiarisce i dubbi.

20 piedi – Maggiore sta dando il massimo su Hakimi che lo rallenta in area di rigore ma senza commettere fallo. Il marocchino deve accontentarsi del corner.

24 piedi – Chiffi richiama Maggiore per un abbraccio eccessivamente affettuoso in zona prima del servizio d’angolo dell’Inter. Normale amministrazione per l’arbitro, che giustamente chiarisce i rischi che una presa può comportare.

27 ‘- Lukaku, lanciato in rete, non viene fermato dal segnale dell’assistente. Sfuma l’azione nerazzurra, la sensazione è che Chiffi abbia mollato, nonostante Big Rom sia in fuorigioco, dato che la palla era nelle mani di Provedel.

READ  Coronavirus Toscana, Giani anticipa il bollettino Covid del 28 dicembre: 181 positivi

34 piedi – Agudelo, perdendo aderenza al suolo dopo una scivolata, frana su Bastoni vicino alla linea centrale: per Chiffi non ci sono estremi per il rigore. Scelta sbagliata.

38 piedi – Skriniar ha vinto il “spalla a spalla” con Ferrer, prima di offrire Lukaku che arma il destro sopra la traversa di Barella. L’arbitro ha ben valutato il contrasto tra lo slovacco e il difensore della Spezia.

39 ‘- Obiettivo valido di Perisic. Hakimi parte in posizione regolare sulla destra, poi propone il croato – dietro la linea di palla – che lo lancia di pochi passi.

45 piedi – Storie di tensione tra Estevez e Bastoni: l’ex minaccia il difensore nerazzurro che lo respinge. Conte e Oriali intervengono per calmare gli animi che comunque non si scaldano mai. Tutto è iniziato con una rimessa erroneamente attribuita all’Inter su tocco di Lautaro. L’abitro fischia la fine del primo tempo quando tutto torna alla normalità senza assegnare una ripartenza.

2a metà –

48 ‘ – Errore di Chiffi che ferma il gioco per sanzionare un fallo di Bastoni su Vignali che impedisce allo Spezia di inserire un 2 contro 1 sulla sinistra.

49 ‘- Lautaro parte da posizione regolare su un tiro da dietro, prima di trovarsi faccia a faccia con Provedel che salva il tiro benedicendo il palo.

56 piedi – Vignali è alle spalle di Lautaro in area di rigore: il tocco c’è, Chiffi potrebbe non vederlo perché coperto. Il Var Valeri avrebbe dovuto almeno ricordare al monitor di rivedere l’episodio.

56 piedi – Marchizza si tuffa dallo Spezia fingendo una trasferta di Lukaku che, pur avendo ragione, protesta apertamente mettendosi la maglia in faccia. Doppio errore di Chiffi, che prende la simulazione del giocatore della Juventus e poi non punisce l’attaccante nerazzurro con un giallo.

READ  Borsa Italiana, commento della seduta odierna (8 settembre 2020)

62 piedi – Marchizza irrompe su Barella e ottiene un immancabile giallo, dopodiché non ha nemmeno voglia di protestare.

71 ‘- Perisic riceve palla oltre la linea difensiva dello Spezia dopo un flipper: il segnale dell’assistente è corretto.

75 piedi – Provedel tiene sulla linea a pochi passi dalla porta il pallone calciato da Skriniar. Inoltre non è necessario consultare l’orologio tecnologico della linea di porta.

78 piedi – Terzi trascina a terra Barella in pantaloncini, Chiffi applica solo la regola del vantaggio per tornare sui suoi passi perché questo non si concretizza. Buon rigore, ma manca un cartellino giallo.

85 piedi – Il 2-1 di Lukaku non viene convalidato a causa di una posizione di fuorigioco ad inizio azione di Hakimi, segnalato dal guardalinee e confermato in sala Var.

88 piedi – Altro gol annullato all’Inter per fuorigioco: questa volta è stato Lautaro a partire un po ‘prima del tocco veloce di Barella. Tanto lavoro per Valeri, che certifica quanto già visto ad occhio nudo in campo.

89 piedi – Contrasto Ricci-Sanchez: giallo forse esagerato per lo Spezia.

93 piedi – Lukaku, nella circostanza tenuta in gioco da Terzi, scivola sulla sinistra prima di calciare alto sulla traversa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *