“Irreversibile? Solo morte”, “Ripetilo e basta” – Libero Quotidiano

Di Mario draghi saranno problemi enormi. È stato compreso fin dall’inizio. Questo è comprensibile anche prima della fiducia, attesa domani in Parlamento. Fin troppo lontane le cariche all’interno dell’esecutivo, che va dal Pd alla Lega passando per M5 e Forza Italia. L’ultimo campo di battaglia, addirittura, l’euro. Una clamorosa domanda-risposta da lontano tra Matteo Salvini, anche lui molto critico nei confronti Roberto Speranza, e Nicola Zingaretti.

Intervistato a L’aria che spara di Myrta Merlino su La7, interrogato sul fatto che l’euro sia irreversibile, Salvini risponde: “Per fortuna c’è solo la morte dell’irreversibile. Siamo nelle mani del buon DioIn cambio di un messaggio, Zingaretti ha risposto su Twitter: “L’euro e l’Europa sono la dimensione in cui pensare e rafforzare il futuro dell’Italia. Dovrebbe anche essere superfluo ripeterlo. Il riferimento a Salvini è ovvio: insomma, stanno già volando a brandelli.

Ieri, lunedì 15 febbraio, i due leader si sono incontrati per un primo faccia a faccia durante il quale hanno discusso dei lavori. E Salvini, su La7, ha commentato: “Se mi avessero detto che avrei incontrato Zingaretti, avrei sorriso, ma oggi bisogna pensare all’interesse del Paese e non alle divisioni. Renzi, Zingaretti, Boldrini e io abbiamo idee diverse sul mondo, ma ora dobbiamo concentrarci sul problem solving. È ora di collaborare. Tengo per me le mie simpatie e antipatie. “

E ancora, il leader della Lega ha osservato che “ora è il momento di gettare l’ascia. Con un milione di posti di lavoro già ignorati, Penso che la politica dovrebbe usare il tempo per risolvere i problemi. Il ministro Speranza è sotto pressione da un anno, non lo invidio, cercheremo di sostenerlo sotto tutti i punti di vista ”aggiunge, cambiando anche idea sulla riconferma del ministro della Salute.

READ  Coronavirus oggi. Merkel: vaccino possibile prima di Natale, andrà al personale sanitario. In Germania, 22.268 nuovi contagi e 389 decessi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *