“Irreversibile? Solo morte”, “Ripetilo e basta” – Libero Quotidiano

Di Mario draghi saranno problemi enormi. È stato compreso fin dall’inizio. Questo è comprensibile anche prima della fiducia, attesa domani in Parlamento. Fin troppo lontane le cariche all’interno dell’esecutivo, che va dal Pd alla Lega passando per M5 e Forza Italia. L’ultimo campo di battaglia, addirittura, l’euro. Una clamorosa domanda-risposta da lontano tra Matteo Salvini, anche lui molto critico nei confronti Roberto Speranza, e Nicola Zingaretti.

Intervistato a L’aria che spara di Myrta Merlino su La7, interrogato sul fatto che l’euro sia irreversibile, Salvini risponde: “Per fortuna c’è solo la morte dell’irreversibile. Siamo nelle mani del buon DioIn cambio di un messaggio, Zingaretti ha risposto su Twitter: “L’euro e l’Europa sono la dimensione in cui pensare e rafforzare il futuro dell’Italia. Dovrebbe anche essere superfluo ripeterlo. Il riferimento a Salvini è ovvio: insomma, stanno già volando a brandelli.

Ieri, lunedì 15 febbraio, i due leader si sono incontrati per un primo faccia a faccia durante il quale hanno discusso dei lavori. E Salvini, su La7, ha commentato: “Se mi avessero detto che avrei incontrato Zingaretti, avrei sorriso, ma oggi bisogna pensare all’interesse del Paese e non alle divisioni. Renzi, Zingaretti, Boldrini e io abbiamo idee diverse sul mondo, ma ora dobbiamo concentrarci sul problem solving. È ora di collaborare. Tengo per me le mie simpatie e antipatie. “

E ancora, il leader della Lega ha osservato che “ora è il momento di gettare l’ascia. Con un milione di posti di lavoro già ignorati, Penso che la politica dovrebbe usare il tempo per risolvere i problemi. Il ministro Speranza è sotto pressione da un anno, non lo invidio, cercheremo di sostenerlo sotto tutti i punti di vista ”aggiunge, cambiando anche idea sulla riconferma del ministro della Salute.

READ  Incendi, falò verso la città di L'Aquila. La gente per strada

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *