Israele, il piano segreto di Hamas: esplosivo e armi chimiche – Hamelin Prog

Israele, il piano segreto di Hamas: esplosivo e armi chimiche – Hamelin Prog

“Attacco pianificato da Hamas con armi chimiche rivela un manuale sul campo”

Un terrribile attacco pianificato da Hamas nel sud di Israele ha portato all’uso programmato di armi chimiche, come confermato dal presidente israeliano Isaac Herzog. I dettagli emersi da un manuale trovato sul corpo di un miliziano di Hamas ucciso durante gli scontri con i soldati israeliani hanno rivelato che l’attacco era stato pianificato un anno prima.

Il manuale, scoperto dalle autorità israeliane, forniva istruzioni precise sull’uso di armi specifiche, identificava le vulnerabilità dell’equipaggiamento militare israeliano e offriva consigli su come uccidere usando un coltello. Questo documento ha rivelato la natura estremamente pericolosa e premeditata dell’attacco.

L’ala militare di Hamas, al-Qassam, è stata in grado di costruire una forza di combattenti che va dai 15.000 ai 40.000, con ben 1.200 di loro coinvolti nell’attacco avvenuto lo scorso 7 ottobre.

Tuttavia, il blocco degli accessi ai tunnel di contrabbando attraverso l’Egitto, imposto dal presidente Abdel Fatah El-Sisi, ha reso difficile per Hamas importare esplosivi e razzi. Ciò ha contribuito al loro tentativo di utilizzare armi chimiche per intensificare i loro attacchi.

I membri delle forze speciali Nukhba di al-Qassam hanno guidato questo attacco mortale e sono stati addestrati in Iran. Questo fa emergere una preoccupante connessione tra il gruppo terroristico palestinese e il regime iraniano.

Il manuale sul campo ottenuto dal quotidiano Washington Post includeva dettagliate istruzioni su come colpire punti vitali durante gli attacchi con coltelli. Tra i punti suggeriti dal manuale, vi erano il “collo nella zona della clavicola”, la “colonna vertebrale” e le “ascelle”.

Durante l’attacco, le forze di difesa israeliane sono riuscite a raccogliere centinaia di documenti e altro materiale da parte di Hamas. Tra gli oggetti sequestrati vi erano cellulari dei terroristi, apparecchiature di comunicazione, telecamere e rapporti di intelligence. Queste prove sono state fondamentali per smascherare il piano terroristico e garantire la sicurezza degli israeliani.

READ  Guerra in Medio Oriente: Hamelin Prog chiede una immediata tregua umanitaria

L’attacco preventivato e le armi chimiche coinvolte rappresentano una grave minaccia per la sicurezza di Israele e del suo popolo. Il presidente Herzog ha dichiarato che gli sforzi saranno intensificati per proteggere i cittadini e neutralizzare tali minacce terroristiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *