Juve, Pirlo: “Non serve uno schiaffo per reagire. Dybala mi ha sorpreso”

“Il nostro primo tempo è stato troppo attendista, non siamo stati aggressivi anche se avevamo le migliori possibilità. Abbiamo reagito dopo il loro gol, ma non c’è bisogno di schiaffi per reagire”.. Inizia così la sua analisi di Juve-Verona Pirlo dopo l’1-1 finale ottenuto grazie alla mossa Kulusevski dalla panchina. Sullo svedese il tecnico bianconero precisa: “L’abbiamo lasciato riposare e quello era l’unico cambiamento disponibile, gli altri erano tutti ragazzi. È entrato molto bene. Dybala non ci aspettavamo che rimanesse sul campo al 95 ‘, nota positiva. Bonucci vediamo, aveva già sentito qualcosa a Kiev, oggi ha stretto i denti, valuteremo dopo “.

Juventus, assalto fallito: il Verona rompe il pareggio

Bonucci, infortunio muscolare a Juve-Verona

Juve, Pirlo: “Ronaldo con Dybala e Morata”

Poi Pirlo continua ai microfoni di Sky: “La partita era molto basata sui duelli, abbiamo sbagliato nella scelta dell’ultimo passaggio, avremmo potuto certamente fare meglio ma abbiamo indovinato tante combinazioni nello stretto. Il Verona ci mette molta intensità e per questo ci siamo Abbiamo lavorato sulla pressione uomo a uomo Il clima rispetto alla Champions League di oggi è stato più soporifero, ma dobbiamo partire con più determinazione. Ronaldo? Può giocare con Dybala e Morata, a seconda delle occasioni, sempre sul centrosinistra piuttosto che sull’esterno. Possono coesistere. Quindi oggi ci mancava l’ampiezza Chiesa e abbiamo voluto inserire Bernardeschi per dargli tempo. Le posizioni possono essere scambiate, l’importante è muoversi con il giusto tempismo e coprire sempre porzioni di terreno.

READ  DALLA CHIESA I GIOVANI HANNO LA TESTA SUL COLLO, ORA DEVONO TROVARE LA CONTINUITÀ

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *