La battaglia contro il diabete. Aumento dei casi: Mantenere lequilibrio con gli dolcificanti – il Resto del Carlino

La battaglia contro il diabete. Aumento dei casi: Mantenere lequilibrio con gli dolcificanti – il Resto del Carlino

In Italia il numero di persone affette da diabete continua ad aumentare, raggiungendo nel 2022 quota 3,9 milioni. Questo dato rappresenta una crescita del 14% rispetto al 2019. Il diabete di tipo 2 è quello più frequente, rappresentando il 90% dei casi di diabete. Per fortuna, nel corso degli anni le cure e la consapevolezza sulle modalità di gestione del diabete si sono notevolmente migliorate. In occasione della Giornata mondiale del Diabete, l’Unione italiana Food – Gruppo edulcoranti sta promuovendo l’importanza di utilizzare correttamente i dolcificanti.

Gli edulcoranti offrono una scelta alimentare più ampia ai diabetici di tipo 1 e possono essere di grande aiuto anche per quelli di tipo 2. Infatti, non influenzano negativamente i livelli di glucosio e insulina nel sangue e consentono alle persone con diabete di gestire l’assunzione di carboidrati senza rinunciare al gusto dolce. Inoltre, non influiscono negativamente sul controllo del glucosio o sulla salute metabolica.

I dolcificanti possono essere utilizzati al posto dello zucchero per fornire un’alternativa dolce con poche o nessuna caloria aggiunta. Grazie alla loro presenza sul mercato, le persone con diabete possono godere di una varietà di prodotti dolciari, senza compromettere la loro salute.

È importante sottolineare, però, che l’uso degli edulcoranti deve avvenire all’interno di una dieta equilibrata e uno stile di vita sano. Se consumati in modo corretto, possono contribuire alla perdita e al controllo del peso per i diabetici di tipo 2. Ecco perché l’Unione italiana Food – Gruppo edulcoranti si impegna a promuovere l’importanza di utilizzare i dolcificanti in maniera corretta.

Il numero crescente di diabetici in Italia richiede un’attenzione sempre maggiore verso la gestione del diabete. Fortunatamente, grazie alle cure e alle alternative alimentari come gli edulcoranti, i pazienti possono avere una migliore qualità di vita nonostante la malattia.

READ  Ospedale di Cosenza: primo paziente affetto da episodi di tachicardia parossistica trattato - Gazzetta del Sud - Edizione Cosenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *