La crescita di diciassette anni di NAC è scoppiata alla ricerca della sua svolta definitiva


mercoledì 3 agosto 2022 alle 23:00
Jordi Tomasowa• Ultimo aggiornamento: 23:45

La divisione Kitchen Champion è stata per decenni un focolaio di talenti nazionali e internazionali e anche in questa stagione molti calciatori con potenziale stanno camminando in seconda divisione. Voetbalzone, media partner ufficiale della Kitchen Champion Division, mette in evidenza ogni settimana uno di questi talenti, questa volta concentrandosi su Ezechiel Banzuzi, che alla fine della scorsa stagione ha giocato nella base NAC Breda all’età di diciassette anni e ora cerca il suo svolta finale.

Di Jordi Tomasowa

“È andato molto velocemente, vero”, ammette Banzuzi, quando gli è stato chiesto del suo sviluppo. Il talento della NAC ha iniziato la scorsa stagione con l’Under 18, è passato all’Under 21 ed è stato presto autorizzato ad allenarsi con la rosa di coach Edwin de Graaf. Il suo debutto in prima squadra è seguito il 26 ottobre, quando il NAC ha affrontato VVV-Venlo nel primo round della TOTO KNVB Cup.

Banzuzi è arrivato a venti duelli ufficiali per il NAC Breda la scorsa stagione.

“Naturalmente è stata un’esperienza speciale per me”, afferma Banzuzi. “Fare il tuo debutto a sedici anni non è un’impresa da poco. Dopo l’allenamento, ho sentito improvvisamente da Edwin de Graaf prima della partita di coppa che ero in selezione. Banzuzi è stato messo in riga al 75′ dall’ormai scomparso allenatore e ha visto come la perla del sud ha vinto 5-3 al Rat Verlegh Stadium dopo i rigori. “Quando ho iniziato non ero molto nervoso, c’era una sana tensione. Ho appena fatto le mie cose. Volevo anche prendere un rigore alla fine, ma l’allenatore ha scelto l’esperienza.

I momenti salienti sono seguiti quando Banzuzi ha esordito anche con l’Olanda Under 17 a metà novembre.Il centrocampista ha subito regalato all’allenatore della nazionale Mischa Visser il suo biglietto da visita firmando i primi due gol nella vittoria per 5-0 sul Messico. U18. “È stato sicuramente un grande momento. Ho iniziato direttamente nella base durante il mio debutto. Ho segnato all’inizio della partita su passaggio di Julian Rijkhoff e subito dopo sono stato di nuovo preciso. In effetti, non ero stato convocato in una squadra giovanile dell’Orange dai tempi dell’Olanda under 13″, afferma Banzuzi, che negli anni successivi ha ritenuto che le elezioni non fossero mai lontane. . “Finalmente uno scout della nazionale olandese mi ha visto giocare in una partita del NAC Under 21 all’inizio della scorsa stagione e quando ho fatto il mio debutto per il primo NAC in ottobre, sono tornato in scena”.

READ  Justin Kluivert impressiona a Nizza, il Manchester United vince per i sostituti | Calcio

Banzuzi ha giocato venti partite nella sua prima stagione nella divisione Kitchen Champion. De Graaf lo ha piazzato nove volte nella base e undici volte gli è stato permesso di entrare. Banzuzi è felice di aver potuto volare le ore necessarie in prima divisione la scorsa stagione. “La scorsa stagione è stata particolarmente istruttiva. Era una nuova competizione per me. Ora conosco il calcio e so cosa aspettarmi. Ho dovuto spingere fisicamente? No, andava bene. Il gioco è un po’ più opportunistico, va su e giù più velocemente, quindi ho dovuto evolvermi soprattutto nell’area della gestione della palla. Soprattutto, ho imparato a suonare più velocemente e in modo più semplice.

Banzuzi durante il match contro TOP Oss in un duello con Joshua Sanches.

Banzuzi si è sviluppato rapidamente negli ultimi anni, permettendogli di fare il suo debutto allo stadio Rat Verlegh all’età di sedici anni. Le partite in casa sono sempre speciali per lui. “È sempre speciale giocare al Rat Verlegh Stadium, il lato B e praticamente tutti i tifosi sono dietro di te. È molto bello quando vinciamo”, dice Banzuzi con una risata. All’inizio di quest’anno solare, dopo un Awkward azione del giovane, sembrava che avesse giocato la sua ultima partita con il NAC Banzuzi è stato escluso per poco più di un mese per tenerlo fuori, dopodiché ha firmato comunque il suo primo contratto da professionista.

“Finalmente sono andato a parlare con il direttore tecnico Eric Hellemons. Il NAC aveva elaborato per me un bel piano per il futuro e il club voleva che restassi. A causa di questo piano per il futuro, in realtà non c’era motivo per me di andarmene”, afferma Banzuzi, che ha deciso di impegnarsi fino alla metà del 2024. Insieme ad altri talenti come Boris van Schuppen, Sabir Agougil e Vieri Kotzebue, vuole lasciare il segno nella NAC la prossima stagione. “Automaticamente esci molto con loro – dice Banzuzi -. Hanno fatto lo stesso percorso anche dalle giovanili alla prima squadra”.

READ  Ciao sceriffo - Forzaroma.info

Per Banzuzi l’elezione all’Europeo Under 17 in Israele come ultimo elemento della scorsa stagione è stata la ciliegina sulla torta. “Forse è stata una delle mie migliori esperienze. La prima partita contro la Bulgaria (vittoria 1-3) mi è stato concesso, la seconda partita del girone contro la Polonia (vittoria 2-1) mi è stato concesso. Ho giocato a metà tempo da da subentrato e alla terza partita del girone contro la Francia ero sulla linea di partenza”, ricorda lo stesso Banzuzi. “Quindici minuti prima della fine ho buttato giù la situazione con un’azione individuale, finita con un rigore”.

Dean Huijsen è rimasto calmo dagli undici metri e grazie ad Antoni Milambo e Yoram Boerhout, gli Orange Under 17 hanno conquistato la vittoria del girone in un duello reciproco con la Francia. Tuttavia, l’Europeo si è concluso in minor misura per lo stesso Banzuzi e l’Orange. “Purtroppo dopo i quarti di finale mi sono ammalato, quindi purtroppo non sono riuscito a segnare più minuti in semifinale e finale. Ero in panchina nella finale contro la Francia (1-2) , ma ero semplicemente” t abbastanza in forma per giocare.

La prossima stagione, Banzuzi è alla ricerca della sua svolta definitiva al NAC Breda.

Banzuzi si descrive come un centrocampista box-to-box, a cui piace entrare in area e aiuta anche a difendere. “Bisogna correre molto, ma io preferisco giocare un ruolo offensivo”, ha aggiunto Banzuzi con un sorriso. Guardo principalmente a trequartista come Kevin De Bruyne e Paul Pogba. Seguo questi giocatori in Champions League o in Premier League per imparare qualcosa da loro.

NAC ha trovato un successore di De Graaf questa estate nella persona di Robert Molenaar. Banzuzi ha anche buoni rapporti con Molenaar. “Prima ero in U18, poi mi sono trasferito in U21 e mi sono allenato con lui per qualche mese. Giocherò con il numero 8 la prossima stagione, non mi dispiace. Non me lo aspettavo. Di certo mostra la necessaria fiducia Sono grato di aver ricevuto questo numero di maglia.

READ  Manchester City Chelsea, probabili formazioni della finale di Champions League 2021

Con Heracles Almelo, Willem II e PEC Zwolle retrocessi, la battaglia per la promozione la prossima stagione non sarà nauseante. A Banzuzi, invece, prevale la sensazione che il NAC sia pronto per l’esordio stagionale contro l’Helmond Sport di venerdì 5 agosto. “Penso che ci siamo preparati bene. Ci alleniamo duramente, soprattutto nel campo del fitness. Sabato scorso abbiamo giocato la nostra ultima partita di allenamento prima dell’inizio della Kitchen Champion Division contro l’Excelsior Virton (vittoria per 2-1). Sono stato in grado di contribuire a questo gioco in modo offensivo con un obiettivo. In ogni caso, devi andare ai Play-off, lì può succedere di tutto.

Il fatto che Banzuzi se ne sia andato rapidamente è evidente dal suo focus personale prima della scorsa stagione. L’allora centrocampista sedicenne voleva essere importante per l’Under 18. Con l’avvicinarsi della nuova stagione nella divisione dei campioni di cucina, ora spera di fare la differenza nella prima squadra della NAC per un altro anno. e assiste. Laddove Banzuzi stava già riuscendo a trovare la sua strada verso le reti degli Orange Under 17 e durante la preparazione alla NAC, deve ancora arrivare nella divisione Kitchen Champion. “Ma questo cambierà sicuramente la prossima stagione! Banzuzi conclude fiducioso.

Voetbalzone è il media partner ufficiale della Divisione Kitchen Champion

Clicca qui per interviste esclusive, talent scout, posizioni attuali e programma sulla nostra pagina Kitchen Champion Division.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.