La Ferrari promette miglioramenti dopo il ‘pasticcio’ del Gran Premio d’Olanda: ‘Non sarebbe dovuto succedere’

La Ferrari promette miglioramenti dopo il ‘pasticcio’ del Gran Premio d’Olanda: ‘Non sarebbe dovuto succedere’

Mattia Binotto è lì dopo il drammatico pit stop Carlo Sainz convinto durante il Gran Premio d’Olanda che la squadra di Ferrari può trovare una facile soluzione ai suoi problemi. Tuttavia, il capo della squadra è preoccupato per la velocità della F1-75.

Il 2022 non sembra essere l’anno della Ferrari. La scuderia italiana commette regolarmente errori strategici e sfortunati errori, dopodiché i buoni risultati spesso vanno in fumo. Laddove inizialmente si pensava che la Ferrari potesse competere per entrambi i titoli mondiali, quella possibilità ora è davvero scomparsa. Con sette gare alla fine, Max Verstappen un vantaggio di 109 punti Charles Leclerc. La Red Bull ha 135 punti di vantaggio sulla Ferrari nel campionato costruttori.

Durante il Gran Premio d’Olanda le cose sono andate molto male anche alla Scuderia. Al quattordicesimo giro della gara, Sainz si è tuffato per un treno di gomme medie fresche. Tuttavia, il personale ai box era così impreparato che la ruota posteriore sinistra non era ancora pronta. Questo ha permesso a Sergio Pérez, anch’egli entrato, di superarlo con facilità. Sainz ha perso così tanto tempo con questa drammatica interruzione che è sceso dal P3 al P6. Dopo il suo secondo pit stop della giornata, è sceso in P8, inclusa una penalità di cinque secondi per un’uscita pericolosa.

Leclerc vede nuovamente Verstappen correre a Zandvoort: “Max era semplicemente troppo veloce”leggi di più

Binotto promette recupero

Binotto a sinistra davanti Sky Sport F1 sai già che l’intera situazione era solo un “casino”. “Era una chiamata in ritardo e i meccanici non erano ancora pronti. Ci penseremo dopo la gara”, ha intervenuto dal muretto dei box. Binotto si era un po’ raffreddato a fine gara. “Se guardo al problema, la chiamata era troppo tardi. Non abbiamo avuto il tempo di reagire”, ha detto. Tifosi GPF. “Queste cose devono essere risolte, è una delle cose più facili da risolvere. È successo, ma non sarebbe dovuto succedere. Sono abbastanza sicuro che potremo essere più forti in futuro. Mi preoccupo meno della velocità della macchina ”, ha detto Binotto.

READ  "La declassificazione di Mathieu van der Poel è un'altra nota negativa nella vittoria di tappa di Philipsen"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *