La Svizzera sta cercando di evitare la crisi bancaria;  UBS acquista Credit Suisse in difficoltà per oltre 3 miliardi di dollari

La Svizzera sta cercando di evitare la crisi bancaria; UBS acquista Credit Suisse in difficoltà per oltre 3 miliardi di dollari

La sede del Credit Suisse a Zurigo domenica.  ImmagineAFP

La sede del Credit Suisse a Zurigo domenica.ImmagineAFP

Il Credit Suisse è stato sottoposto a crescenti pressioni nelle ultime settimane poiché i clienti prelevano in maniera massiccia denaro dai propri conti. Erano preoccupati per il futuro della banca, afflitta da scandali finanziari. I problemi hanno minacciato di travolgere la banca quando il presidente della Saudi National Bank, il maggiore azionista, ha dichiarato mercoledì scorso di non voler più investire nel Credit Suisse. Nel tumulto che ne seguì, il Credit Suisse perse circa un quinto del suo valore di borsa.

Lo scorso fine settimana, il governo svizzero e la banca centrale, tra gli altri, hanno lavorato febbrilmente per prevenire il crollo della banca ed evitare così una possibile crisi bancaria internazionale. Domenica sera è stato raggiunto un accordo per l’acquisizione da parte di UBS.

Ciò richiede ancora una modifica della legge, che consenta di aggirare gli azionisti. Normalmente, gli investitori svizzeri hanno fino a sei settimane per prendere in considerazione un affare di queste dimensioni.

La pressione è aumentata

Quel momento non è adesso, secondo il governo svizzero. Secondo Il tempo finanziario, che cita quattro fonti intorno alla trattativa, si è prodigata per completare la necessaria modifica legislativa (e con essa l’intesa) entro lunedì mattina, all’apertura delle Borse. L’acquisizione da parte di UBS sarà interamente regolata in azioni.

Prima di oggi, UBS ha offerto $ 1 miliardo al suo concorrente. Il Credit Suisse ha ritenuto che fosse troppo poco. Ad aumentare la pressione, le autorità svizzere hanno accennato durante la giornata a una nazionalizzazione parziale o totale del Credit Suisse, secondo l’agenzia di stampa Bloomberg.

Nessuna delle parti coinvolte confermerebbe il flusso di messaggi trapelato attraverso vari media durante la giornata di domenica. Secondo IL Financial Times UBS, la più grande delle due, è stata vista dalla banca centrale e dall’autorità di regolamentazione Finma come l’unica opzione per rilevare Credit Suisse. Secondo quanto riferito, alla Federal Reserve statunitense è stato chiesto di approvare l’accordo.

Sanguinamento

La transazione rappresenta una perdita significativa per gli azionisti di Credit Suisse: UBS offre 0,76 franchi svizzeri per azione. Il Credit Suisse ha chiuso venerdì a 1,85 franchi. Inizialmente, UBS non voleva pagare più di 0,25 franchi. C’è stata una forte resistenza a questa offerta all’interno del Credit Suisse. Gli investitori e il personale che sono in parte pagati in azioni dovrebbero rinunciare a troppo, secondo il management della banca in difficoltà.

Domenica la banca centrale svizzera ha raddoppiato la linea di credito di emergenza del Credit Suisse fino a 100 miliardi di franchi (più di 100 miliardi di euro). La scorsa settimana è stato inizialmente dispiegato uno scivolo finanziario di emergenza di 50 miliardi. Questo annuncio non è riuscito a fermare il declino del titolo in quel momento; i clienti hanno continuato a rivendicare i loro crediti. Alla fine della scorsa settimana, secondo il Financial Times, ogni giorno venivano prelevati dalla banca circa 10 miliardi di euro. L’ulteriore linea di credito e l’acquisizione dovrebbero ripristinare la fiducia dei clienti.

UBS, guidata dall’ex CEO di ING Ralph Hamers, non sta rilevando il suo concorrente senza combattere. La banca odierebbe in particolare l’acquisizione della banca d’affari Credit Suisse, che in precedenza era stata responsabile di scandali e perdite. Dopo il recupero, questa parte sarà probabilmente notevolmente ridotta. Non è ancora noto quanti dei circa 17’000 dipendenti del Credit Suisse perderanno il posto di lavoro nel prossimo futuro.

La presidente della Banca centrale europea, Christine Lagarde, domenica ha accolto con favore la rapida azione delle autorità svizzere. Secondo Lagarde, ciò ha contribuito alla stabilità finanziaria.

READ  sconti estesi a tablet e PC

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *