“Le scuse per la schiavitù devono essere accompagnate da un recovery fund”

“Le scuse per la schiavitù devono essere accompagnate da un recovery fund”

Un fondo di recupero per i discendenti delle vittime della schiavitù, la scomparsa di Zwarte Piet dal pubblico dominio e la criminalizzazione dell’uso della ‘n-word’. Solo se queste richieste saranno soddisfatte, i gruppi di interesse rilevanti accetteranno le scuse pubbliche del governo per la schiavitù, previste per il 19 dicembre. Questo emerge da una lettera nelle mani di ora delle notizieChi riferire qui sabato.

La lettera è indirizzata al gabinetto ed è sostenuta dal Primo Ministro di Aruba e, tra gli altri, da Zwart Manifest, Kick Out Zwarte Piet, The Black Archives, NiNsee e Vereniging Antilliaans Netwerk, tra gli altri. I gruppi di interesse vogliono anche che i Paesi Bassi cancellino il debito interno del Suriname e delle isole dei Caraibi e che le istituzioni culturali nere ricevano un sostegno finanziario strutturale. Anche il re Willem-Alexander terrà un discorso durante il Keti Koti all’Oosterpark di Amsterdam.

Leggi anche: Le scuse per la schiavitù minacciano di fallire

Sabato sera un portavoce del ministero dell’Interno ha dichiarato all’agenzia di stampa ANP che il gabinetto non intende adottare tutte le richieste. “È positivo che alcuni dei nostri interlocutori abbiano riassunto le loro idee nella lettera”, ha affermato il ministero. “Sanno che non ci occuperemo di tutto, ne abbiamo discusso anche al Catshuis. Ma continueremo la discussione con loro e altre parti coinvolte nel prossimo periodo. Non è stato annunciato quali richieste saranno soddisfatte e quali no.

Lo scorso giovedì è stato discusso nel Catshuis sulle previste scuse tra il gabinetto da un lato e i politici del Suriname e della parte caraibica del Regno e gruppi di interesse dall’altro. Giovedì è stato annunciato che cinque organizzazioni surinamesi andranno in tribunale a causa di piani per scuse di schiavitù. Questo caso sarà discusso giovedì prossimo.

READ  I prezzi dei vaccini Pfizer e Moderna aumentano per l'UE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *