L’ESA presenta diciassette nuovi astronauti, compreso il primo “parastronauta”

L’Agenzia spaziale europea (ESA) ha annunciato mercoledì quali candidati europei sono stati selezionati per il nuovo gruppo di astronauti. Riguarda tra gli altri diciassette uomini e donne provenienti da Belgio, Italia e Svizzera. Quasi la metà degli astronauti selezionati sono donne. L’ultima volta che l’ESA ha scelto un nuovo gruppo di astronauti è stato nel 2008, quando c’era solo una donna tra i candidati scelti. Nessun olandese è stato selezionato.

Più di 22.000 persone avevano presentato domanda per il posto vacante di astronauti dell’ESA entro il 2021. Cinque persone saranno impiegate a tempo pieno dall’ESA. Inoltre, undici persone sono state nominate astronauti di riserva, possono essere richiamate per future missioni ma non devono nel frattempo rinunciare al lavoro. Alla fine fu scelto il primo parastronauta: un astronauta con una disabilità fisica. La selezione di un astronauta con una disabilità fisica fa parte di un nuovo progetto dell’ESA per mostrare “più inclusività ed equa rappresentazione della società” nei viaggi spaziali.

I paraastronauti devono soddisfare gli stessi requisiti educativi e psicologici dei candidati non fisici. I candidati che sono alti meno di 1,30 metri, hanno un difetto al piede o alla gamba, hanno una grande discrepanza nella lunghezza della gamba o manca una gamba (inferiore) possono fare domanda come parastronauta. Alla fine, gli inglesi paralimpico John McFall selezionato come parastronauta. Ha perso la gamba destra all’età di diciannove anni dopo un incidente in moto.

Procedura di selezione

La maggior parte delle applicazioni per il Classe ESA del 2022 provengono dalla Francia: 7.087 persone hanno risposto all’offerta di lavoro. Successivamente, la maggior parte dei richiedenti proveniva dalla Germania (3.695) e dal Regno Unito (2.000). L’Estonia ha il minor numero di appassionati di spazio: solo 57 persone (22 donne e 35 uomini) si sono iscritte. 257 persone hanno risposto al posto vacante per un astronauta con disabilità fisica. Delle immatricolazioni olandesi, 686 erano maschi e 296 femmine.

Delle migliaia di candidati, 1.361 candidati (530 donne e 831 uomini) si sono qualificati per il secondo turno. Sono stati sottoposti a una serie di interrogatori e test che ne hanno testato le capacità psicologiche, fisiche e sociali. Negli ultimi round, i concorrenti hanno trascorso mesi in una missione sponsorizzata dalla NASA alle Hawaii e un giro di prova presso l’agenzia spaziale tedesca DLR. L’intera procedura di selezione è durata circa un anno.

16,9 miliardi rilasciati

L’annuncio della nuova coorte di astronauti è avvenuto a Parigi, dove i 22 stati membri avevano raggiunto un accordo di bilancio per l’agenzia spaziale dopo due giorni di consultazioni. Il direttore dell’ESA Josef Aschbacher ha annunciato durante la presentazione che saranno sbloccati 16,9 miliardi di euro per i prossimi tre anni. L’importo sarà utilizzato per finanziare future attività spaziali quali lanci di razzi, satelliti e ricerca spaziale europea. ashbacher dire che è “molto impressionato da questo importo nonostante l’elevata inflazione”.

L’Agenzia spaziale europea è stata fondata nel 1975 ed è una collaborazione di 22 Stati membri: Belgio, Danimarca, Germania, Estonia, Finlandia, Francia, Grecia, Ungheria, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Norvegia, Austria, Polonia, Portogallo, Romania , Spagna, Repubblica ceca, Regno Unito, Svezia e Svizzera. L’ESA partecipa al programma Artemis della NASA con l’obiettivo di portare gli astronauti sulla Luna in questo decennio, compresi gli europei.

Leggi anche: Il CEO dell’ESA vuole portare l’Europa nello spazio

READ  “Non riesco a capire…”, dramma Covid - Libero Quotidiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.