L’eurodeputato Kaili vuole tornare al lavoro, “ma sarebbe oltraggioso”

Eva Kaili il mese scorso, dopo essere stata scarcerata

Notizie ONS

Eva Kaili, l’estromessa vicepresidente del Parlamento europeo, vuole tornare al suo posto di eurodeputato la prossima settimana. I suoi avvocati hanno ora annunciato che non è più obbligata a indossare una cavigliera elettronica.

La decisione di togliere Kaili dalla cavigliera è stata presa ieri dal pubblico ministero belga. Secondo la giustizia, questo è un passaggio normale in un caso del genere. La 44enne greca rimane sospettata nello scandalo di corruzione del Parlamento europeo, in cui viene citata come perno.

Dopo aver trascorso quattro mesi in prigione, Kaili è stato rilasciato il mese scorso. Ha quindi annunciato di voler riprendere presto il suo lavoro come eurodeputato.

“Vergogna se torna”

Deve quindi farlo da sola senza il supporto di una fazione; dopo il suo arresto, Kaili è stata espulsa dalla fazione dei socialdemocratici (S&D).

L’eurodeputato PvdA Mohammed Chahim siede nel consiglio di amministrazione del gruppo. Non sta aspettando il ritorno di Kaili, ha detto in una risposta a NOS: “È nell’interesse della nostra democrazia che tutte le persone coinvolte, fino a quando tutti i fatti non saranno chiari, mantengano le distanze dal Parlamento. Trovo scandaloso che stia pensando di tornare in parlamento”.

Porta del Qatar

Kaili è stata arrestata a dicembre per il suo presunto ruolo in quello che divenne noto come “Qatargate”. Il Qatar, e forse il Marocco, avrebbero acquisito influenza nel Parlamento europeo. Entrambi i paesi hanno negato le accuse.

La polizia ha trovato valigie contenenti denaro durante i raid e le perquisizioni. Insieme ad altri tre politici europei, Kaili è sospettato di corruzione, riciclaggio di denaro e appartenenza a un’organizzazione criminale.

Uno degli avvocati di Kaili conferma il contrario Politica che al momento non le è permesso lasciare il Belgio, quindi non può andare a Strasburgo se lì c’è una sessione del Parlamento europeo. Ma presto ci sarà una soluzione, dice al sito.

READ  qual è la prima preoccupazione di un cristiano?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *