L’Italia vieta la maglia numero 88 a causa del riferimento a ‘Heil Hitler’ |  sport

L’Italia vieta la maglia numero 88 a causa del riferimento a ‘Heil Hitler’ | sport

I calciatori in Italia non possono più indossare il numero 88. Il governo e la Federcalcio hanno deciso di combattere l’antisemitismo negli stadi.

Il numero 88 è un riferimento allo slogan “Heil Hitler” della Germania nazista, poiché la h è l’ottava lettera dell’alfabeto.

A marzo, un tifoso della Lazio ha indossato una maglia con il nome durante la partita contro i rivali dell’AS Roma ‘Hitlerson’ e maglia numero 88. Il tedesco, insieme ad altri due, non è mai più il benvenuto alle partite della Lazio.

Nell’accordo tra il governo italiano e la Figc è stato anche concordato che le partite sarebbero state sospese “in caso di cori o comportamenti antisemiti”, riferisce la Federcalcio.

In Serie A la scorsa stagione, due giocatori hanno indossato la maglia numero 88, il centrocampista dell’Atalanta Mario Pasalic e Toma Basic della Lazio. Entrambi i calciatori sono nazionali croati.

READ  Nonostante l'annullamento dello sciopero: niente voli per l'Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *