L’UC deve guardare più da vicino il gabinetto per la nuova cultura amministrativa | Interno

Dopo una lunga formazione, il CU ha deciso alla fine dello scorso anno di regnare di nuovo con il VVD, il D66 e il CDA. In precedenza, il leader del partito Gert-Jan Segers ha affermato di non vederlo più a causa del ruolo del primo ministro Mark Rutte (VVD) nell'”affare funzione altrove”. Dopotutto, la CU ha fatto una svolta, ma non tutti i membri si sentono a proprio agio con questo, si è scoperto sabato al congresso di Zwolle.

Perché il nuovo gabinetto ha promesso un “nuovo slancio” e una nuova cultura amministrativa, ma i sostenitori ci vedono ancora poco. Si fa riferimento al ministro del CDA Hugo de Jonge, che ha fatto un gioco di parole sul suo coinvolgimento nell’affare della maschera Sywert van Lienden e al Primo Ministro, di cui vari membri dell’UC hanno ancora una memoria selettiva.

Il membro dell’UC Antonie Fountain vuole quindi vedere un cambio di direzione nella fazione dell’UC alla Camera dei rappresentanti. “Se la cultura manageriale cambia, noi come CU possiamo esserne orgogliosi. Non? Ne siamo in parte responsabili”, avverte.

La sua mozione è stata generosamente adottata dai membri del suo partito. La domanda è se la dirigenza del partito vede davvero questo come un cambiamento di rotta. In precedenza, CU non ha esitato a sostenere una mozione di sfiducia come partito di coalizione, quando l’evacuazione degli interpreti e del personale dell’ambasciata dall’Afghanistan è andata terribilmente male. Gli allora ministri Kaag (Affari Esteri) e Bijleveld (Difesa) si dimisero di conseguenza.

Nonostante l’approvazione della mozione, diversi membri dell’UC vogliono assicurarsi che il controllo più stretto dell’UC non giri in un’altra direzione, che si osserva anche alla Camera dei rappresentanti: quella di una cultura della responsabilità. In una discussione sulla nuova cultura di governo e su cosa dovrebbe comportare, un membro del panel ha espresso la lotta all’interno delle sue stesse fila così: “Non siamo il partito di una cultura contabile spietata, ma non siamo il partito di una cultura di copertura permanente o.” Preferirebbe vedere una “cultura della grazia”.

READ  Sterfte lager dan verwacht: 'Bewijs dat omicronvariant minder ziek maakt' | Binnenland

All’inizio di questa settimana, anche la Camera dei rappresentanti ha avuto un forte crack. Il primo ministro Rutte ha ricevuto un voto di sfiducia perché non aveva archiviato gli sms sul suo vecchio Nokia. Rutte ha morso durante questo dibattito. Ha indicato che credeva di non aver infranto alcuna regola e che c’era pochissima fiducia in lui. “Se la fiducia non c’è, farò qualcos’altro”. Ciò ha portato ad alcune facce arrabbiate nell’opposizione. Rutte stesso ha contribuito alla mancanza di fiducia, dice. Ed è il loro lavoro osservare da vicino Rutte.

Lo stato della politica preoccupa il capo dell’UC Segers. Secondo lui, L’Aia si è trovata in “un gioco di ruolo distruttivo”. “Abbiamo avuto un anno politico miserabile”, ha detto nel suo discorso al Congresso. “Siamo faccia a faccia. Vediamo l’opposizione dire in anticipo: non funzionerà. E un gabinetto che dice della Camera: sono solo persone difficili.

A Segers è come “un viaggio nel deserto”. Vede solo una soluzione per uscire dalla trappola: un ritorno agli ideali in politica, lontano dagli incidenti. “Voglio cooperazione, ragionevole consultazione. Questo paese è diventato grande. Voglio che non ci occupiamo di noi stessi, ma che facciamo ciò a cui siamo chiamati.

Ha indicato che il suo partito non fuggirà dai tabù durante questo mandato. Ha menzionato questioni come la possibile contrazione dell’aviazione e la lotta contro l’uso del gas esilarante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.