Mancini: “Il Mondiale con l’Italia quindi torno in un club”

L’allenatore degli Azzurri: “Nell’arco di due anni abbiamo tre competizioni importanti e vogliamo giocarle tutte. Non sto chiudendo le porte di Balotelli. Lotta scudetto? Potrebbe essere un anno importante per l’Inter”.

L’Europeo, la Nations League poi il Mondiale del Qatar nel 2022 alla guida dell’Italia poi il ritorno in panchina di un club: questi i progetti futuri dell’allenatore italiano Roberto Mancini, che e ‘doppiato allo show Tiki Taka regia di Piero Chiambretti.

programmi blu

“I contratti ci sono, ma possono essere interrotti o prolungati in qualsiasi momento – ha detto Mancini – facendo il Mondiale con l’Italia? Nel frattempo dobbiamo qualificarci, perché non è così scontato l’ultimo. Primo, abbiamo il Europei. Campionato. Poi la Nations League in casa. Nell’arco di due anni, abbiamo tre competizioni importanti ed è chiaro che vorremmo giocarle tutte. Sono poche le partite ea volte ci stanchiamo di restare a Questo è il È un grande onore sedere in panchina per la Nazionale italiana, soprattutto ora che la squadra è tornata molto competitiva e dobbiamo affrontare gare importanti. Quindi sicuramente sì, lo restituirò a un club “. Mancini ne ha tre. nomi in mente per il passaggio alla Nazionale: “Ci sono tanti allenatori che possono farlo. Fallo: Allegri, Ancelotti e Gasperini, per esempio”.

una squadra nazionale dinamica

“Eravamo scesi al 21 ° posto nella classifica mondiale, ora siamo decimi e sesti nella classifica europea – ha proseguito Mancini – Abbiamo fatto molto bene quest’anno e mezzo, fortunatamente siamo riusciti a risalire e penso che possiamo tornare. perché l’Italia merita molto di più. A quel punto era importante trovare dei giovani per dare alla Nazionale un futuro da mescolare con quei 4-5 giocatori più esperti che potevano aiutarli a crescere. Abbiamo avuto fortuna perché ci siamo riusciti per trovare dei ragazzi fantastici che volevano vincere e non volevano perdere l’occasione di una vita e ora stanno migliorando continuamente.

READ  Calciomercato Inter, Conte allontanato: "Riunione River"

la lotta per il campionato

“Vedo molto bene l’Inter e penso che possa essere un anno importante – ha detto Mancio – Il campionato è molto aperto anche perché è un anno così speciale e ci sono tante squadre in lizza. L’Inter ha trovato un buon anno. Sono un squadra forte. Quindi ovviamente nei grandi posti dove devi vincere, come Juve, Milan e Inter, ottenere risultati è più difficile.Il Milan è giustamente in testa e Ibrahimovic sta facendo molto bene anche a 40. riesce a gestire la sua forza e Sono molto felice per lui “.

pirlo e balotelli

Nell’incontro tra Ibrahimovic e Lukaku, l’allenatore è un vigile del fuoco: “Sono cose che sono sempre accadute in campo e continueranno a succedere. L’arbitro li ha avvertiti, forse poteva rimandarli indietro, ma finisce lì, abbiamo sostenuto. su di loro troppo e non dobbiamo andare oltre. Non credo debbano essere squalificati per mesi, l’arbitro c’era e ha optato per il giallo. Se avesse sentito qualcosa di particolare … ma io non so cosa hanno detto “. Difende Pirlo dalle critiche (” Certamente può fare l’allenatore. È chiaro che è all’inizio e può avere difficoltà perché è diverso per giocare. Ci vuole un po ‘per entrare in il ruolo di allenatore ma quello è normale “) e non si avvicina a Balotelli (” Le porte della Nazionale sono aperte a tutti. Mario è ancora il giocatore italiano con le maggiori qualità tecniche. Negli ultimi anni ha giocato ha perso un po ‘ma è ancora giovane, ha 30 anni ”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *