Mariska Bauer dopo un infarto cerebrale: “Ero un’ape indaffarata, ma ora una farfalla calma” | Stelle

“Non ho sintomi residui. Mi stanco rapidamente e non riesco a tollerare gli stimoli”, ha continuato. Frans e Mariska hanno raccontato a Jeroen cosa è successo il 4 gennaio, il giorno dell’ictus. Frans mi ha detto che Mariska avrebbe parlato in modo diverso. “Ho notato che se n’era andata per un’ubriacatura di gelato, capì subito che non era giusto, Mariska, invece, prima pensò di aver bevuto qualcosa di brutto.

Frans è andato con Mariska in ospedale e lì sono state immediatamente eseguite ogni sorta di indagine. “Quindi sei completamente scioccato da te stesso”, il cantante si voltò a guardare.

farfalla tranquilla

Ora, più di un mese dopo, la peggiore paura della coppia è scomparsa. “Le mie braccia e le mie gambe stanno funzionando di nuovo”, ha detto Mariska. “La sto prendendo con calma. Ero un’ape indaffarata, ma ora una farfalla tranquilla. Ha anche detto che a volte si sente come se la sua testa fosse piena di cotone. “Tutto quello che faccio è molto faticoso, ma sono ancora qui. Ogni passo che faccio ora è un passo avanti.

Frans è sollevato che tutto sia andato bene. “Non tieni conto del fatto che qualcosa del genere può accadere alla tua famiglia”, ha detto. Da quando Mariska si è trasferita via da casa, la cantante ha dovuto assumersi molti compiti. Questo lo ha reso ancora più ammirato per sua moglie. “Se vedi solo cosa fa una donna in una famiglia… è semplicemente strano”, disse con ammirazione.

READ  Oroscopo del giorno, giovedì 10 settembre 2020 - Previsioni per tutti i segni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.