Marzo mese a rischio per la salute: arriva l’influenza B. Chi colpisce e i sintomi

Marzo mese a rischio per la salute: arriva l’influenza B. Chi colpisce e i sintomi

Il mese di marzo ha visto un aumento dei casi di malattie respiratorie e intestinali in Italia. Secondo il vice segretario nazionale della Fimmg, ci sono stati numerosi casi di virus intestinali che hanno colpito principalmente la popolazione lavorativa tra i 30 e i 50 anni, causando sintomi come nausea, vomito e diarrea. Alcuni casi di polmonite virale sono stati segnalati, ma sembra che il Covid sia momentaneamente scomparso dai radar.

L’influenza di tipo B ha colpito soprattutto bambini e giovani nei mesi di marzo e aprile, con sintomi che includono febbre, mal di gola, tosse e stanchezza. Nei casi più gravi, l’infezione può portare a complicazioni come polmoniti e bronchiti. Non esiste una terapia specifica per l’influenza di tipo B, ma i sintomi possono essere alleviati con farmaci da banco.

Nell’ottava settimana del 2024, l’Italia ha registrato quasi 12 milioni di casi di influenza e virus correlati, con quasi 400mila nuovi contagi in soli 7 giorni. È importante consultare un medico in caso di febbre alta o se si appartiene a categorie a rischio, come bambini piccoli o persone fragili.

La prevenzione resta fondamentale e può essere garantita attraverso la vaccinazione. Con sbalzi di temperatura e passaggi da asciutto a bagnato, è importante prendere precauzioni per proteggersi dalle malattie tipiche di questa stagione.

READ  Il frutto autunnale che protegge la vista e previene le malattie oculari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *