Migliaia di app mobili contengono segretamente software russo

Migliaia di app mobili contengono segretamente software russo

Migliaia di app mobili contengono segretamente software russo

Più specificamente, è un pezzo di linguaggio di programmazione utilizzato in migliaia di applicazioni. Molte applicazioni sono costituite da un patchwork di tali pezzi di codice perché, ad esempio, svolgono una funzione standard che è più difficile da realizzare che da acquistare. Il codice in questione è stato creato dalla società Pushwoosh, che finge di essere americana ma in realtà è russa, riferisce Reuters.

Il codice Pushwoosh fornisce notifiche personalizzate, in modo che, ad esempio, solo le persone in una determinata località ricevano un messaggio. Si dice che il codice russo sia presente in quasi 8.000 applicazioni per Android e iOS, disponibili su Google Play Store e App Store di Apple. Apple e Google hanno rifiutato di commentare la notizia a Reuters.

Utilizzato nell’applicazione dell’esercito americano

Le forze armate statunitensi hanno rimosso il pezzo di linguaggio di programmazione in questione dalla sua app nel marzo di quest’anno, a causa di problemi di sicurezza. Secondo quanto riferito, il codice è stato utilizzato nell’app utilizzata per dirigere i soldati presso il grande Centro di addestramento nazionale dell’esercito americano in California.

Reuters ipotizza che Pushwoosh potrebbe usare il suo codice per dedurre, ad esempio, la mobilitazione delle unità militari statunitensi, che ovviamente sarebbe di grande interesse per il governo russo.

Codice di destinazione dannoso non stabilito

Tali problemi di sicurezza sono sollevati anche dal CDC, l’equivalente americano del RIVM. Ha usato il codice in sette delle sue app, ma lo ha cancellato quando l’origine è diventata nota.

Non ci sono prove che il codice contenga elementi dannosi, ma è sospetto, secondo Reuters, che Pushwoosh abbia fatto di tutto per apparire americano.

READ  "Stop alle transazioni in criptovalute" - Corriere.it

La società si trova in realtà a Novosibirsk, in Siberia, ma afferma di essere situata negli stati della California, del Maryland e di Washington DC, tra gli altri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *