“Migliaia di milionari stanno lasciando Regno Unito, Cina e Russia, l’Australia è popolare”

“Migliaia di milionari stanno lasciando Regno Unito, Cina e Russia, l’Australia è popolare”

Pubblicità per un visto d’oro in una fermata del tram ad Atene

Notizie ONS

Il Regno Unito continua a perdere milionari. Quest’anno è previsto un deflusso di oltre 3.000 milionari, il doppio rispetto allo scorso anno. E’ quanto emerge da un rapporto annuale sulle migrazioni dei milionari della società di consulenza migratoria Henley & Partners. Gli altri grandi “perdenti” sono Cina, India e Russia.

Per anni, Londra in particolare ha attratto molti milionari stranieri. Ma dopo il referendum sulla Brexit, più persone benestanti stanno lasciando il Regno Unito piuttosto che trasferirsi lì. Il tumulto e il dibattito su una norma fiscale speciale per i britannici che guadagnano la loro ricchezza al di fuori del Regno Unito stanno causando disordini anche tra i milionari, secondo i rapporti di Henley.

Agevolazioni fiscali e visti d’oro

Il fatto che le tasse possano essere un motivo importante per un trasferimento è evidente anche dai dati del Portogallo. Questo paese cerca da anni di attrarre ricchi stranieri con agevolazioni fiscali e visti flessibili per ricchi migranti. Negli ultimi anni, il paese è diventato un luogo di lavoro efficiente dal punto di vista fiscale per i nomadi digitali. E anche le autorità fiscali portoghesi sono da anni molto flessibili per i pensionati stranieri.

Inoltre, il paese ha attratto persone facoltose dall’esterno dell’Europa con “visti d’oro”. Dal 2012, un investimento di 1 milione di euro, ad esempio, in una casa si traduce in un permesso di soggiorno permanente. Migliaia cinesi e brasiliani approfittato dell’opportunità negli ultimi anni. Con l’afflusso sono arrivate sempre più critiche. I portoghesi hanno visto aumentare i prezzi degli immobili e l’UE vuole sbarazzarsi degli Stati membri che distribuiscono visti d’oro. Il programma termina quindi quest’anno.

READ  Sentendosi male, va a dormire con i suoi genitori: cuoco di 31 anni muore nel sonno la notte di Natale

Ciò si tradurrà in un minore afflusso di milionari, prevede Henley. L’anno scorso ne sono arrivati ​​in Portogallo 1400, quest’anno probabilmente ce ne saranno “solo” altri 800. In Grecia, che offre ancora visti d’oro, l’afflusso è passato da 1.000 l’anno scorso a circa 1.200 quest’anno.

Anche queste sono vere e proprie delocalizzazioni, i ricchi restano nel loro nuovo paese d’origine almeno sei mesi all’anno.

Al di fuori dell’Europa, Australia, Emirati Arabi Uniti e Singapore sono particolarmente popolari:

milionari olandesi

Anche i Paesi Bassi guadagnano milionari attraverso la migrazione. Circa 200 quest’anno, stima la società di consulenza, che traccia i movimenti migratori di circa 150.000 milionari sulla base della propria clientela e delle statistiche sugli immobili e sulle domande di visto. L’anno scorso ce n’erano anche 200, pare ora. Questo è leggermente inferiore ai 350 stimati in precedenza.

La migrazione contribuisce quindi all’aumento del numero di milionari nei Paesi Bassi. Il loro numero è tornato a salire anche negli ultimi dati dell’Ufficio centrale di statistica, per la settima volta consecutiva. Gli statistici hanno calcolato questa primavera che i Paesi Bassi avevano 317.000 milionari al 1° gennaio 2021.

Un ruolo controverso

A differenza, ad esempio, della Grecia e del Portogallo, i Paesi Bassi non hanno davvero esche. In teoria, anche i Paesi Bassi hanno un visto d’oro, ma a causa di tutti i tipi di condizioni rigorose, questo è stato usato a malapena per anni. In pratica, quindi, non esiste un “programma di migrazione per investimenti nei Paesi Bassi”, spiega Henley.

In precedenza, documenti trapelati mostravano che la società aveva stretto accordi tra l’allora Primo Ministro di Malta e diversi super ricchi per accelerare la loro richiesta di passaporti d’oro maltesi. Tra loro c’erano un principe saudita e l’ex moglie dell’oligarca russo Roman Abramovich.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *