Tre morti e tre gravemente feriti in una sparatoria in un centro commerciale di Copenaghen, la polizia non esclude un atto terroristico su Instagram

Tre morti e tre gravemente feriti in una sparatoria in un centro commerciale di Copenaghen, la polizia non esclude un atto terroristico su Instagram

con videoTre persone sono state uccise a colpi di arma da fuoco in un centro commerciale nella capitale danese Copenaghen domenica sera. Il comandante della polizia Soren Thomassen lo ha ora confermato. Si tratta di un uomo adulto e due minorenni. Anche tre persone sono rimaste gravemente ferite. Il sospetto tiratore, un danese di 22 anni, è stato arrestato fuori dall’edificio. La polizia non esclude un atto di terrorismo.


Sebastian Quekel, Sami Kappe


Ultimo aggiornamento:
01:14

Le riprese si sono svolte in prima serata al Fields, il più grande centro commerciale del paese con 140 negozi e ristoranti, situato tra il centro di Copenaghen e l’aeroporto. All’epoca era molto affollato, a causa del concerto tutto esaurito di Harry Styles alla Royal Arena, a poche centinaia di metri di distanza.

Sui social media stanno circolando varie immagini di centinaia di persone per lo più giovani che corrono fuori urlando. Il tiratore può essere visto anche in tenuta da caccia e con un grosso fucile. Si sentono anche diversi spari. Il suo movente non è ancora noto. La polizia crede che abbia agito da solo.

Sui social stanno circolando video di YouTube del potenziale sospettato, in cui appare confuso e posa con un grosso fucile. Ieri ha postato nuovi video con il testo “non gli importa per niente”. La polizia non ha ancora confermato se il sospettato sia davvero il sospettato.

“Sua moglie ha licenziato”

Secondo testimoni oculari, l’assassino ha cercato la folla gremita nel centro commerciale e improvvisamente ha iniziato a sparare intorno a lui. Secondo loro, ha fatto un’impressione arrabbiata e molto violenta. I visitatori sono fuggiti, alcuni si sono nascosti nei bagni o sono fuggiti attraverso la scala antincendio.

L’ex top atleta danese Joachim B. Olsen stava andando in palestra quando è avvenuto l’attacco. “Ero nel mezzo del caos e ho visto la gente fuggire fuori”, racconta alla catena televisione 2† “Ho parlato con un uomo che mi ha detto che sua moglie era stata uccisa. Lo ha ripetuto più volte. È così terribile.

READ  Il Sudan riconoscerà Israele - Il Post

‘messaggi orribili’

Un’indagine su vasta scala è ancora in corso nel centro commerciale poche ore dopo la sparatoria. Sul posto sono giunti i carabinieri pesantemente armati e gli inquirenti della scientifica. La polizia sta indagando anche su altre località di Copenaghen. Ad esempio, gli agenti del centro hanno fatto irruzione in una casa. Si ritiene che questa sia la casa del sospettato e la ricerca di prove è in corso.

Il sindaco Sophie Hæstorp Andersen è venuto a dare un’occhiata al centro commerciale dopo la sparatoria e ha parlato di “rapporti orribili”. “Non sappiamo ancora quanti feriti o morti, ma è molto grave”, ha detto.

Il principale ospedale di Copenaghen, il Rigshospitalet, riferisce di aver ricevuto un “piccolo gruppo di pazienti” in relazione all’incidente. L’ospedale ha assunto personale aggiuntivo, inclusi chirurghi e infermieri. La polizia sta attualmente contattando le famiglie di tutte le vittime.

Il testo continua sotto questo tweet


persone che piangono

I media internazionali come Reuters e AFP pubblica numerose foto della polizia pesantemente armata sulla scena e delle persone che fuggono dal centro commerciale in lacrime. Uno di loro ha detto al quotidiano danese Lama aggiuntiva che la sparatoria è avvenuta nei pressi di un ristorante. Lo confermano anche altri testimoni in un colloquio con il giornale Berlingske.

Secondo i visitatori, il primo colpo è stato sparato alle 17:32. Poi tutti hanno iniziato a scappare. Poi è arrivato il secondo colpo e tutti hanno iniziato a urlare. “Molte persone si sono nascoste nella stanza del personale in un ristorante Kentucky Fried Chicken (KFC)”, ha detto un dipendente, che ha sentito “sei o sette” spari. “La gente è fuggita in massa nel nostro negozio e si è tuffata al bancone. Ci siamo nascosti negli spogliatoi del personale e poi siamo fuggiti all’ultimo piano del centro commerciale. Dopo circa un’ora ci è stato detto che era sicuro uscire. Era terrificante.

READ  Coronavirus in Germania, il Koch Institute: "Vaccini non per tutti". Registro delle infezioni di Berlino

Il testo continua sotto questo tweet


Stili di Harry

Il centro commerciale si trova a poche centinaia di metri dalla Royal Arena, dove domenica sera avrebbe dovuto esibirsi il cantautore britannico Harry Styles. Il cantante solista è meglio conosciuto per il suo tempo con il gruppo pop One Direction. Alle nove e mezza è stato annunciato all’intera arena che il concerto era stato definitivamente cancellato. Il pubblico è stato portato fuori in sezioni e scortato dalla polizia alle stazioni della metropolitana.

Styles ha detto su Twitter di essere “affranto” dagli eventi. “Amo questa città. Le persone sono così cordiali e piene di amore. Mi dispiace che non possiamo stare insieme. Prenditi cura l’uno dell’altro.


La famiglia reale danese ha dichiarato in una dichiarazione domenica sera che i loro pensieri e le loro condoglianze vanno alle vittime della sparatoria. Una cena celebrativa, in occasione del Tour de France, è stata annullata dalla famiglia a causa degli eventi. Il Tour de France è iniziato venerdì scorso con una cronometro attraverso Copenaghen.

Nella dichiarazione scritta a nome della regina Margrethe e della coppia del principe ereditario Frederik e Mary, la famiglia reale chiede “unità e cura” nel Paese. Ha detto: “Vorremmo ringraziare la polizia, i servizi di emergenza e le autorità sanitarie per la loro risposta rapida ed efficace nelle ultime ore.

READ  L'esercito ucraino conferma progressi graduali sui fianchi del Bachmut • "Esplosione vicino all'aeroporto nella provincia di Krasnodar, Russia meridionale"

Attenzione: le immagini sottostanti potrebbero essere ritenute offensive






di Reuters

© via Reuters

La gente fugge in preda al panico.  A destra una foto dell'attaccante che circola su Twitter e pubblicata dal quotidiano danese Ekstra Bladet

La gente fugge in preda al panico. A destra una foto dell’attaccante che circola su Twitter e pubblicata dal quotidiano danese Ekstra Bladet © EPA/ANP/RV

AFP

©AFP

ANP/EPA

© ANP/EPA

ANP/EPA

© ANP/EPA

ANP/EPA

© ANP/EPA

PAPÀ

©AP

PAPÀ

©AP

PAPÀ

©AP

Guarda tutti i nostri video di notizie qui:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *