Minacce senza vax su Di Maio, Salvini e Meloni: “Traditori”

Minacce senza vax anche per Luigi Di Maio, Matteo Salvini e Giorgia Meloni. “Ecco un altro pezzo di merda del partito che ha stabilito la dittatura e ora dice che se vogliamo la libertà dobbiamo sottometterci e diventare schiavi”. Era il 25 luglio, poco prima dell’entrata in vigore del pass verde, quando gli amministratori del gruppo “Basta Dictatura! commenti e minacce: “Un altro infame da recitare”, “sterco d’uomo”, “ci vuole piombo”, “ci vedremo presto anche a te con il cappio al collo”. Mi impalerei nella pubblica piazza “,”verremo a prenderti”. E se da un lato c’è chi pianifica “attacchi simultanei nei luoghi del potere”, dall’altro alcuni utenti definiscono il titolare della Farnesina come “un altro infame da giustiziare”, aggiungendo: “Il piombo serve”, bisogna morire”.

Leggi anche

Il 24 luglio sono stati presi di mira dal gruppo anche il leader della Lega Salvini che era stato appena vaccinato e il presidente di Fratelli d’Italia Meloni che aveva annunciato che sarebbe stata vaccinata: “Eccoli. “Merda Salvini….un collaboratore, ti ricorderemo”, “sono tutti complici”, “questi traditori devono sparire”, scrivono i membri del gruppo nei commenti.

SALVINI

“Nessuna tolleranza per i violenti. Solidarietà e vicinanza, umana e politica, con il ministro Luigi Di Maio”. Lo ha detto il segretario della Lega, Matteo Salvini.

M5S

“Solidarietà e vicinanza con il ministro degli Esteri Luigi Di Maio e con tutti coloro che, in queste ore, sono minacciati dai soggetti cosiddetti ‘No vax’ e ‘No Green pass'”. E’ quanto affermano i membri del Movimento 5 stelle in una nota alla Commissione Giustizia della Camera. “Il ministro Di Maio, che ha sempre lavorato duramente a favore della campagna di vaccinazione, secondo quanto riferito è stato duramente attaccato in una chat di Telegram, con condanne estremamente violente. Nei giorni scorsi lo stesso Di Maio aveva sottolineato che gruppi di cosiddetti “No vax” esprimevano il loro dissenso in forme inaccettabili, invitando l’intero schieramento politico a condannare le violenze. Siamo al fianco di Di Maio e di tutti coloro che, in questi tempi di crescente tensione, sono sottoposti a intollerabili aggressioni fisiche e verbali”.

READ  tutta l'Italia nella zona gialla, tranne 3 regioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *