Moratti violentata, D’Urso ucciso. Frasi sconvolgenti negli archivi di Fedez

Nei versi in cui lo offendi, caro Fedez, quando parli di Tiziano Ferro, non è vero che intendi il contrario. La frase da intendere a rovescio era l’unica premessa: “Voglio che Tiziano Ferro esca”. Al contrario (2011), tuttavia, è la punta dell’iceberg. “Non essere un emo queer con lo smalto sulle dita” (Take You With Me, 2011) lo fa risaltare un po ‘di più. C’è un altro Fedez, molto di più. “Cugino, / anche se non hai la parrucca, / ti prendo da lontano / sei una puttana. / Succhia, succhia “(Boom, 2010).” I soliti sospetti dei soliti frocetti, / la realtà è sempre peggiore / di quanto ti aspetti “(Disagio Skit, 2010).” Io non succhio cazzi, / non sono tuo fratello, / e compro le labelle / con il sapore di un uccello “(Non ci sono più, 2010; la canzone è contenuta nel mixtape BCPT di Fedez; il rapper in duetto qui con Emitted Killa, ma il verso è cantata da lui.) “Mi piace prendere le cose nel petto, / ti piace prendere le cose nel retto. / Non mi lecco il culo, chiedi solo al tuo ragazzo / chi fa i testi come un queer e suona come Checco Zalone “(Into My Head, 2010). “Perché nessuno ha detto a Flavio Briatore / che andare in giro in pareo è un po ‘un ricchione?” / Ragazzi della spiaggia con le mutande bianche / sembrano aver finito una serata fuori con Ricky Martin ”(Bella vita, 2011). “Vedi questo signore che si mette la gonna?” / È Cecchi Paone che si veste da donna. / Mi ha chiesto se volevamo scambiare una coppia, / ha già preso un albergo con camera doppia “(Una cosa sola, 2011; il brano è tratto dall’album Il mio primo sale disco di Fedez, prodotto da Franco Godi; Questo volta Fedez è raggiunto da Danti, dei Two Fingerz, ma il verso è cantato da lui) “Ho un odio represso verso tutti gli omosessuali, / ma poi vado con la foto del cantante dei Green Day” (Faccio brutto, 2013) .

READ  "Se non dici di rispettare Maria ... tienila bene e starai bene per gli anni a venire."

Certo, Fedez, puoi cambiare idea. Ma quando il messaggio è ancora lì, la musica ei testi sono online, accessibili a tutti, cambiare idea non basta: devi scusarti. Non importa se la vittima è gay o lesbica, trans o donna.

Sì, Fedez, perché lo avevi anche per le donne. “Ti do mezza busta se mi dai mezzo busto, / ti do tutto se uccidi Barbara D’Urso / perché ancora non posso permettermi quel lusso” (Blasphemy, 2010; con Emis Killa) . “Stupro Moratti / e mentre lei mi dà un bocchino / le taglio la gola / con il cutter” (B-Rex status domini, 2010; con Rise). “C’è chi fa l’immagine della ragazza per noia / per nutrire la sua immagine di troia” (Dove si va, 2010; con Maxi B). “Siete puttane, puttane, / non siate modesti. / Guarda come sono vestiti. // Riconosco un bitcha / già dal modo in cui si veste. // “La mandi vestita come una cagna, / poi piangi se la violentano.” // Sono puttane, e se non lo sono / allora diventano “(Elles bougent, 2010; with Bat One, or just Bat). Queste sono tutte le canzoni contenute in BCPT. In tutti e quattro i casi, Fedez canta e il mixtape è prodotto da lui.

Forse, caro Fedez, la tua Chiara non è più così orgogliosa di te. Tuttavia, non sei solo in questa selvaggia foresta di rap e hip hop che, con la scusa della libertà di espressione, o la licenza di rima, trasmette messaggi omofobi o sessisti assorbiti e trasmessi dal sistema musicale. Come se niente fosse. Sei in buona compagnia, Fedez. Molti, più o meno, nemici di gay e donne, trattati, nella migliore delle ipotesi, come un oggetto sessuale per il piacere del maschio dominante e violento.

READ  Oroscopo del giorno, domenica 30 agosto 2020 - Previsioni per tutti i segni

Non eri molto diverso, Fedez, nei primi anni della tua carriera dai politici e dai politici con cui ora sei arrabbiato. Forse, anzi, sei anche peggio di loro, perché affermi di essere a capo di una causa di cui non sai nemmeno cosa sia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *