MotoGP, Bagnaia: “L’abbassamento anteriore in partenza? Fa una grande differenza”

La Ducati ha chiuso i primi due giorni di test in Qatar con il 2 ° tempo firmato da Jack Miller e il 9 ° da Pecco Bagnaia. Tutto sommato è stato un buon inizio per l’azienda italiana che, come sempre, ha lavorato molto in inverno e ha portato novità, segno distintivo di Gigi Dall’Igna. Se ieri si è visto il nuovo cupolino, oggi i piloti hanno provato un nuovo sistema di partenza che abbassi sia l’anteriore che il posteriore. Una novità che anche Honda sta sperimentando, come potete vedere nel video qui sotto.

Ne stava parlando Bagnaia: “ora la bici è completamente abbassata – sta ridendo – e questo sistema fa una bella differenzaa. In questi giorni abbiamo avuto molto da testare e per questo motivo sono stato spesso fermato ai box perché erano test sostanziosi e richiedevano tempo.“.

I piemontesi sono contenti del loro esordio nella squadra ufficiale.

Ieri non sono partito bene, una caduta non è il modo migliore per iniziare. Ho anche sentito un po ‘di pressione, forse perché era il primo giorno, ma oggi è andata meglio – ha sottolineato – Mi sono concentrato sui test ed è bello avere due giorni liberi per analizzare tutti i dati e pianificare il lavoro per il prossimo test. Il Qatar è una pista difficile, per questo sono contento di essere tra i primi 10, anche se di questi tempi non importa ”.

Miller è stato più veloce di lui e anche l’australiano può essere felice. Oggi ha provato a lungo la nuova aerodinamica.

L’ho usato la maggior parte del tempo, ho fatto dei paragoni con quello vecchio – ha spiegato – Sono abbastanza contento perché non perdiamo nulla alla velocità massima, non ci sono grosse differenze rispetto alla precedente ma forse dà un po ‘più di stabilità“.

READ  Calciomercato Roma, doppietta spagnola

Jack promuove il lavoro svolto in inverno dai tecnici bolognesi.

“Hanno portato molte novità e non abbiamo ancora finito di provarle tutte. – continua – Per fortuna abbiamo ancora 3 giorni e sono contento di quello che hanno fatto date le restrizioni normative. Non vedo l’ora di correre“.

Per quanto riguarda gli avversari, invece, è ancora troppo presto per fare un chiaro bilanciamento dei valori in campo.

A Losail siamo sempre vicini e dopo 5 giorni di test, saremo ancora più vicini – ha osservato – Se l’Aprilia mi avesse sorpreso? Sembra che abbiano fatto un buon lavoro e Aleix è sempre stato forte su questa pista, ma poi le cose possono cambiare durante la gara.“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *