MotoGP, Miller ha fatto il fenomeno nelle FP2 di Le Mans, Rossi è arrivato 5 °. Dovizioso 19 ° disastro

ORE 15:10 – Qui finisce la nostra rubrica LIVE delle FP2 MotoGP a Le Mans. Grazie per averlo seguito con noi! Restate sintonizzati su GPOne per tutti i commenti dei protagonisti direttamente dal paddock di Le Mans. L’appuntamento con la nostra LIVE è per domani mattina quando alle 9:50 partiranno la Fp3 MotoGP e la nostra diretta. Rimanete sintonizzati!

ORE 15:05 – La Fp2 di Le Mans si chiude quindi con un pilota che ha letteralmente interpretato il ruolo dell’uomo da battere per tutta la sessione. Jack Miller si è confermato ancora una volta come primo taglio quando si tratta di interpretare condizioni di asfalto misto. L’australiano è stato subito in grado di avere la giusta fiducia in queste condizioni, tanto da essere stato il primo a montare gomme slick mentre tutti si fidavano ancora delle gomme da bagnato. Questo gli ha permesso di acquisire sempre più fiducia, al punto da segnare riferimenti inaccessibili a chiunque.

Maverick Vinales è stato il primo degli altri, raccogliendo quasi mezzo secondo da un Miller che nell’ultimo passaggio è stato ostacolato anche da Oliveira prima di poter migliorare ulteriormente. Un ottimo Taka Nakagami chiude la prima fila virtuale, vittima di una caduta nel finale che non gli ha permesso di fare un ultimo tentativo.

Secondo posto per Zarco davanti a un tonico Valentino Rossi e ad un nuovo Danilo Petrucci, che, come aveva già fatto questa mattina, ha saputo far brillare la sua Ducati in queste condizioni. Terza fila per Cal Crutchlow davanti ad Alex Marquez e Franco Morbidelli. Sono infatti tre le Honda nella top ten al termine delle FP2 e questo è paradossalmente un risultato che HRC deve festeggiare, visti i risultati deludenti delle ultime gare.

Pol Espargarò ha concluso in decima posizione, piazzando almeno una KTM nella momentanea Q2. Invece, ci sono molti grandi nomi che hanno chiuso tra i primi dieci questo venerdì. I due Suzukis di Rins e Mir occupano rispettivamente 11 ° e 12 ° posizione, mentre dietro di loro c’è un ancora più deludente Fabio Quartararo, incisivo su una Yamaha che ha invece nelle mani di Vinales, Rossi e Morbidelli. si è dimostrato competitivo anche in queste condizioni.

Male anche Bagnaia, solo 15 ° e Dovizioso, solo 19 °. Anche Andrea ha subito una caduta in quanto non è passato molto tempo prima che finisse la sessione, ma non è mai sceso in pista, perdendo ogni possibilità di entrare nella top ten. Se domani nelle FP3 il tempo dovesse essere rigido, cosa ampiamente prevista, Dovizioso dovrà rassegnarsi ad affrontare una Q1 che si preannuncia infuocata con tanti big pronti a lottare per gli unici due posti disponibili in Q2.

READ  Teodosic guida il riscatto della Virtus, vicino alla semifinale

ORE 14:56 – Bandiera a scacchi con Jack Miller che conquista il miglior tempo nelle FP2 di Le Mans davanti a Vinales e Nakagami. Ecco la classifica.

ORE 14:55 – La classifica cambia di nuovo quando Nakagami cade nelle fasi finali del suo time attack finale. Rossi migliora sventolando la bandiera a scacchi a Le Mans in questa FP2.

ORE 14:53 – Innamorati anche di Brad Binder. La classifica vede ancora Miller in testa davanti a Petrucci, Vinales e Morbidelli.

ORE 14:52 – Queste sono le foto del lato brutto di Bradley Smith

ORE 14:50 – risponde Miller, che supera anche Morbidelli che per qualche secondo aveva superato Cruthclow. Rossi sale la classifica al 7 ° posto, velocissimo anche Quartararo. Gli ultimi minuti di questa FP2 si trasformano in un attacco in tempo reale.

ORE 14:49 – Cal Crutchlow prende il comando davanti a Nakagami. Due Honda davanti a tutti, scenario piuttosto raro in questa stagione.

ORE 14:46 – Cadono anche Bradley Smith e Andrea Dovizioso. La vittima britannica dall’alto. Chiusura della facciata per Dovizioso all’ingresso della chicane.

ORE 14:43 – Dovizioso non è ancora veloce come gli altri piloti Ducati. Al momento è 18 °. Innamorati di Aleix Espargarò.

ORE 14:40 – Rins si occuperà di rispondere a Nakagami. Ecco la classifica, la pista diventa sempre più veloce.

ORE 14:39 – Taka Nakagami batte il tempo di Miller e sale al vertice della classifica. Migliora anche Rossi ed entra nella top ten con un ottavo posto. La pista sta diventando sempre più veloce.

ORE 14:36 – Miller rimane leader della classifica, ma dietro di lui c’è l’ottimo Iker Lecuona. Ecco la classifica.

ORE 14:35 – Zarco torna ai box attraverso la corsia di servizio interna. Forse la sua Ducati ha un problema tecnico e non vuole rischiare di sporcare di olio l’asfalto, ma non ne siamo sicuri.

READ  Il Napoli scopre il vero Chucky grazie ad un movimento di Gattuso

ORE 14:33 – Poca preoccupazione per Zarco, che potrebbe essere stato vittima di una piccola caduta e chiede aiuto ai commissari per riavviare la sua Ducati.

ORE 14:30 – Mir migliora e sale in seconda posizione, ma il distacco è comunque enorme. È a più di due secondi da Miller, che è ancora in pista e sta migliorando i suoi tempi. Incredibile prestazione dell’australiano in questa fase, è il migliore per interpretare queste condizioni.

ORE 14:28 – Il pilota australiano continua a calare il suo benchmark fino a 1’36.432 che in questo momento gli permette di avere un vantaggio di 3,3 secondi sul secondo in classifica, ovvero Zarco.

ORE 14:26 – Miller mette giù altri due secondi del suo tempo. Adesso corre a un ritmo di 1’37, mentre sull’asciutto il limite è vicino all’1’31. Siamo ancora molto lontani, ma ci stiamo avvicinando a questi riferimenti.

ORE 14:24 – Miller in pista con gomme slick, il suo tempo vola di nuovo. Anche Bagnaia è sulla pista liscia, mentre Quartararo è sotto la pioggia e fatica a prendere confidenza.

ORE 14:20 – Ancora relativamente poca attività in pista. I piloti vengono fermati ai box in attesa che la pista si asciughi nuovamente, ma c’è il rischio che cada la pioggia ea questo punto la pista è comunque più veloce che al mattino. Miller va sotto il muero di 1’40 e si porta al comando della classifica.

ORE 14:15 – Come previsto, i tempi stanno crollando. Zarco ha già completato un 1’41.8, abbassando di circa due secondi i benchmark del mattino. Questa è la classifica ora. Ci sono solo pochi piloti in pista.

ORE 14:12 – Hervé Poncharal commenta a Sky le voci secondo cui Dovizioso dovrebbe sostituire Lecuona in Tech3 nel 2021, con lo spagnolo pronto a tornare in Moto2: “Per prima cosa devo dire che sono un grande fan di Dovizioso, che ha corso con me nel 2011 ed è stato un anno meraviglioso. L’unica cosa che posso dire è che lui e il suo manager Simone Battistella hanno già parlato con KTM. È iniziata questa stagione. Non ero coinvolto, trattativa diretta con Factory KTM per il 2021. Ancora una volta voglio confermare quanto già detto altre volte. La nostra squadra per il 2021 è composta da Lecuona e Petrucci, non cambierà Qualunque cosa accada, rimarrà così. Sarebbe un sogno averlo come collaudatore, per tutta la KTM. Conosco il suo livello e penso che ci sarebbe qualcosa da guadagnare per tutti. ”

ORE 14:11 – Alex Rins entra in pista con gomme da pioggia, come tutti gli altri piloti. Finora, non sembra che nessuno voglia correre rischi con le slick su superfici bagnate.

READ  Ferrari, Mekies: "Sviluppi nella giusta direzione" - F1 Team - Formula 1

ORE 14:09 – È plausibile che alcuni piloti decidano di entrare in pista nei primi minuti con gomme da bagnato, per evitare spiacevoli sorprese. La certezza è che i tempi di questa mattina sono destinati a essere battuti. Un solo munuti sul semaforo verde in corsia box.

ORE 14:06 – Le nuove condizioni forniranno un’utile cartina di tornasole per verificare la competitività delle moto sull’asciutto. Sul bagnato la Ducati sembra destinata a dominare, ma domenica potrebbe non piovere nella fascia oraria in cui si svolgerà il Gran Premio.

ORE 14:05 – Benvenuti nella nostra rubrica LIVE della seconda sessione di prove libere della MotoGP a Le Mans. Il sentiero è quasi completamente asciutto, le ore mattutine dovrebbero calare.

Tutto è pronto a Le Mans per il secondo turno di prove libere sul tracciato francese. Il tempo ha fortemente influenzato la prima sessione ma nelle ore successive la pioggia ha smesso di cadere permettendo alla pista di asciugarsi gradualmente. I piloti potranno probabilmente utilizzare gomme slick nelle FP2 ei tempi fissati in mattinata sono destinati a crollare.

Bradley Smith ha avuto il suo momento di gloria nelle FP1, schierando un branco di piloti Ducati. Alle sue spalle hanno chiuso in ordine Zarco, Petrucci, Miller e Dovizioso, a conferma dell’ottima capacità della moto italiana di adattarsi a queste condizioni. Forti anche le Yamaha con Vinales, Morbidelli e Rossi, mentre il leader mondiale e pilota di casa Fabio Quartararo è apparso molto più in difficoltà. Il francese è arrivato solo 18 ° nella sessione mattutina, ma avrà ampie possibilità di recuperare nel pomeriggio.

La nostra rubrica LIVE delle FP2 a Le Mans inizierà alle 14:10.

Ecco la classifica delle FP1:

FP1 MOTOGP LE MANS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *