“Nessun problema, i vaccini m-Rna si stanno riorganizzando”

La variante indiana di coronavirus è stata rilevata per la prima volta in Svizzera, dopo essere già apparso in Gran Bretagna e Belgio. Il caso riguarda un passeggero in transito in un aeroporto svizzero. L’annuncio è stato fatto sui social media dall’Ufficio federale della sanità pubblica e subito ripreso dai media globali. È in corso di valutazione il blocco dei voli verso il Paese asiatico, come hanno già fatto altri Paesi europei. L’India è stata il Paese record al mondo per numero di contagi negli ultimi giorni. A partire da venerdì, sono state segnalate 330.000 nuove infezioni mentre il sistema sanitario era allo stremo. Gli ospedali mancano di attrezzature e ossigeno. I morti nelle ultime 24 ore sono saliti a 2.263, una cifra mai vista prima. Emergenza totale anche nella capitale New Delhi. Secondo gli esperti, il calo di evebnti è dovuto alla variante indiana, più aggressiva delle altre.

Riapertura, zona gialla dei bar e consumo locale allo sportello vietato. Gestori: “Gravi danni”

Variante indiana, rassicura Clementi

La variante indiana? “Non è scioccante che ci siano variazioni – questo è quello che ci aspettavamo. Lo stesso virus arrivato per primo in Italia era una variante di quello di Wuhan. Quindi non c’è bisogno di spaventarci, perché finora è stato dimostrato che i vaccini proteggono da queste varianti e in caso di sorpresa possiamo modificarle, come facciamo ogni anno con il virus dell’influenza “. Quindi all’Adnkronos Salute Massimo Clementi, direttore del laboratorio di microbiologia e virologia dell’Ospedale San Raffaele di Milano e docente dell’Università Vita-Salute. Per fortuna abbiamo i vaccini m-Rna – sottolinea – che possono essere riorganizzati in brevissimo tempo, è un’enorme evoluzione tecnologica che questa epidemia, con tutti gli effetti negativi che ha portato, ha messo in luce: una tecnologia che è, e sarà, straordinario “. Clementi ricorda che “il virus ha un obiettivo: replicarsi” e che “una cellula infettata da un virus sviluppa 3.000 nuovi virus, il 2-3% di essi, o da 60 a 90 hanno mutazioni: la maggior parte di loro tra loro sono insignificanti, ma arriva chi riesce. Moltiplicando questi numeri, il numero di varianti generate è molto alto “.

READ  Così in quattro mesi di politica estera Draghi si è imposto ai populisti - Corriere.it

Covid, India crolla per la nuova variante. Anche Rahul Gandhi ha contagiato

India, cosa sta realmente succedendo

Gli ospedali in India lanciano l’allarme. I pazienti Covid continuano a morire per mancanza di ossigeno, poiché il paese ha registrato un record di nuovi casi e decessi per il terzo giorno consecutivo. Negli ultimi tre giorni sono state segnalate quasi un milione di nuove infezioni. La situazione è particolarmente grave nella regione di Delhi. Al Jaipur Golden Hospital, 20 persone sono morte durante la notte per mancanza di ossigeno, mentre all’Holy Family Hospital le unità di terapia intensiva sono esauste. “Quasi tutti gli ospedali sono al limite – ha detto alla BBC Sumit Ray, un medico che lavora presso la struttura – Quando l’ossigeno sarà esaurito non ci sarà molto da fare per molti pazienti”. Durante la notte, il Moolchand Hospital, con 135 pazienti covid in supporto vitale, ha emesso un SOS, dicendo che avevano ancora solo l’equivalente di 30 minuti di apporto di ossigeno. “Abbiamo impiegato tutto il nostro personale notturno per assicurarci di salvare quante più vite possibili”, ha detto a NdTv il direttore medico dell’ospedale Madhu Handa, aggiungendo che tutte le strutture mediche della zona erano in condizioni simili.

Covid, variante indiana: in Gran Bretagna trovati punti positivi, Boris Johnson annulla il viaggio a New Delhi

Cosa sta succedendo in Europa

In Belgio, 21 studenti indiani arrivati ​​tramite l’aeroporto di Parigi Roissy a metà aprile sono risultati positivi alla variante e sono stati messi in quarantena. Secondo diversi esperti, potrebbero essere stati vittime di un “super contaminante”, magari all’interno del loro gruppo, durante un viaggio in autobus dalla regione parigina al Belgio. Gran Bretagna, Canada, Singapore e Emirati Arabi Uniti hanno vietato i voli dall’India. L’India, uno dei principali produttori di vaccini, ha lanciato una campagna di vaccinazione, ma solo una piccola parte della sua popolazione di 1,39 miliardi ha ricevuto una dose.

Covid India, una bombola di ossigeno esplode in una stanza per i malati di coronavirus: 22 morti

Ultimo aggiornamento: 20:20


© RIPRODUZIONE RISERVATA

READ  Le orche speronano le barche, è l'allarme in Spagna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *