no da Giorgetti, Zaia e Fedriga alla linea Salvini – Il Tempo

Non c’è aria buona all’interno della Lega dopo l’escalation di manifestazioni sulla questione del pass verde e del vaccino obbligatorio. Nella sua conferenza stampa Mario Draghi ha preferito ignorare una preferenza tra la Lega di Matteo Salvini o quella, ritenuta più moderata, di Giancarlo Giorgetti, suo ministro dello Sviluppo Economico: “Cerco di non fare distinzioni nei partiti, perché se entro questa direzione ogni parte ha tre, quattro, cinque, sei anime. Quindi, prima che tu decida cosa devi sentire, è successo, e ti assicuro che non è piacevole. La Lega è una, ha un leader che è Salvini e basta”. Ma la situazione non è così rosea.

Repubblica svela la spaccatura all’interno del Carroccio, che spiega quali sono i due schieramenti opposti: da una parte c’è Salvini con Claudio Borghi, dall’altra c’è Giorgetti e i governatori del Nord Italia, come Luca Zaia, Attilio Fontana e Massimiliano Fedriga. Il leader del partito che sostiene il governo Draghi e il deputato che il 1 settembre ha partecipato al Comitato della Camera che ha discusso del green pass sono contrari all’obbligo di vaccinazione per combattere il Covid, mentre l’altro fronte, che comprende i presidenti delle regioni, pensa che “la priorità è uscire dalla pandemia” e rilanciare l’economia italiana colpita dalla crisi. “Basta stare al passo con il ritmo di quattro fuggitivi senza vax, imprenditori e commercianti ci chiedono di lavorare e di spingere i vaccini, unica via d’uscita dall’epidemia, nient’altro” nelle parole di un esponente di spicco. Questa situazione, un po’ lotta e un po’ governo, non convince e la situazione rischia di diventare un gol clamoroso contro il suo campo La voglia di riconquistare terreno su Fratelli d’Italia si rivolterà contro di lui: voler fare piacere a no-vax, si andrà direttamente all’obbligo di vaccinare tutti.

READ  Favola Tonali firma con il Milan e si emoziona: "Un sogno". E in Europa League ci sarà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *