Numero di ucraini fuggiti più di un milione • Nuove esplosioni a Kiev

Numero di ucraini fuggiti più di un milione • Nuove esplosioni a Kiev

Non ha portato una valigia, solo una borsa da toilette e i suoi due gatti. Olena (37) ha deciso di lasciare Kiev ieri mattina ed è arrivata a Przemysl questa sera, ha detto all’editore di NOS Christiaan Paauwe in Polonia:

“Sono stato sveglio tutta la notte. Il mio intuito mi ha detto di partire con i miei gatti. Molta gente è rimasta, non capisco. Alcuni hanno figli o mariti nell’esercito e vogliono stare con loro, ma è troppo pericoloso Quando ho chiuso la porta di casa, ho capito che avrei potuto non tornare mai più”.

“Ho pagato una cifra pazzesca per un taxi che mi portasse alla stazione. Normalmente cammino in pochi minuti, ma era difficile con i due gatti nella loro borsa da viaggio. Alla stazione nessuno sapeva quando un treno sarebbe arrivato. Quando uno è arrivato su un’altra piattaforma, sono corso verso di esso. Una coppia ha dovuto aiutarmi a raggiungere i gatti in tempo.

“Sono stato così sollevato quando si è scoperto che il treno stava andando a Leopoli. Le carrozze erano piene di donne e bambini. Non c’era posto per sedersi. Nessuno poteva andare in bagno, i bambini piangevano e ci sono voluti 12 ore per arrivare a Leopoli. Anche i gatti odiavano stare in un sacco per così tanto tempo. Poi abbiamo dovuto prendere un altro treno per Przemysl. Normalmente ci vogliono alcune ore, ora eravamo in un treno pieno per dodici ore. È stato un inferno di molto, ma mi ha salvato. Gli amici di Cracovia mi vengono a prendere adesso”.

READ  Il giudice emette l'ergastolo in appello per l'attacco di Charlie Hebdo ORA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *