ok dal Consiglio di Stato

LA CRONACA

Trattamenti covidi, idrossiclorochina: ok dal Consiglio di Stato

Lo dice il Consiglio di Stato sì all’uso dell’idrossiclorochina come trattamento per Covid-19, purché prescritto da un medico, e conferma la decisione dell’Agenzia del farmaco di escludere il farmaco dal rimborso Ssn. Con l’Ordinanza n. 7097/2020, pubblicata in data odierna, ha efficacia la III sezione del Consiglio di Stato accettato, in via precauzionale, la chiamata di un gruppo di medici di base e ha sospeso la nota AIFA del 22 luglio 2020, che vietava la prescrizione off-label (ovvero per un uso non previsto nelle istruzioni) di idrossiclorochina per la lotta al Covid 19.

“Il persistente incertezza sull’efficacia terapeutica idrossiclorochina, ammessa dalla stessa Aifa per giustificare un’ulteriore valutazione in studi clinici randomizzati – si legge nella prescrizione completa – non è una ragione sufficiente legalmente per giustificare l’irragionevolezza sospensione del suo utilizzo sul territorio nazionale curando i medici “.


E ancora: “La scelta di utilizzare o meno il farmaco, in una situazione di dubbio e contrasto nella comunità scientifica, sulla base di dati clinici inequivocabili, sulla sua efficacia solo allo stadio iniziale della malattia, va quindi rimandata. aautonomia decisionale e responsabilità del singolo dottore in scienze e coscienza“e con il chiaro consenso informato di ogni paziente, fermo restando il costante e attento monitoraggio del medico che lo ha prescritto.

L’ordinanza specifica che la decisione dell’AIFA di escludere la prescrizione off-label di idrossiclorochina dal regime di rimborso non è soggetta a sospensione (né a monte del contenzioso).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.

READ  Von der Leyen, l'Italia aveva ragione sull'intervento dell'UE su Covid - Europa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *