Olgiate, scavi in ​​fibra ottica … emerge una tomba del X secolo

Momento della lettura: 2 minuti

Il reperto archeologico è stato rinvenuto a Beolco, non lontano dalla chiesa che contiene un’epigrafe longobarda

Nella tomba sono stati trovati i resti di una donna e di un bambino. È molto probabile che ci siano altri resti archeologici nelle vicinanze.

OLGIATE – Una tomba del X secolo contenente i resti di una donna con un bambino. È quanto è emerso nei giorni scorsi al Beolco durante gli scavi effettuati per l’installazione della fibra ottica. Una scoperta archeologica che si è fatta rapidamente strada nella regione di Olgiate, riempiendo di emozione e curiosità gli abitanti, già abituati a trattare manufatti storici di una certa profondità, vista la presenza della celebre epigrafe lombarda conservata all’interno di Villa Guzzoni. In un primo momento si è ipotizzato che la tomba ritrovata da maestranze tra giovedì e venerdì scorso potesse essere riconducibile anche al periodo longobardo, ma una prima indagine sulla stratigrafia ha permesso di datare il ritrovamento ad un periodo di poco successivo.

“Dovrebbe essere il X secolo”, sottolinea l’assessore ai lavori pubblici Matteo Fratangeli, appassionato di storia locale al punto da aver dedicato la sua tesi all’epigrafe lombarda conservata al Beolco -. La soprintendente effettuerà presto indagini più approfondite ”. Questa mattina gli esperti del laboratorio di architettura che, come previsto dal contratto, si sono affidati ad Open Fiber in caso di reperti archeologici, hanno prelevato tutto il materiale contenuto nella tomba e poi hanno proceduto alla chiusura del tutto.

“Sono state trovate solo ossa umane, attribuibili alla sepoltura di una donna e di un bambino. Non è stato ritrovato nessun altro oggetto di un eventuale corredo funebre o di monete ”. Un dettaglio che ha portato la Soprintendenza a considerare già chiusi gli scavi dell’Olgiatese: “Siamo stati informati della possibilità di proseguire gli scavi come una sorta di amministrazione comunale. È molto probabile che ci siano altre tombe nelle vicinanze. Purtroppo però la competenza comunale si estende solo al tratto di strada pubblica senza poterlo estendere all’area di proprietà privata, che comprende anche la chiesa, dove si presume possano esserci più tombe ”.

READ  vaccini, ad AstraZeneca per i minori di 60 anni. Infezioni in declino, governi al lavoro per salvare l'estate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *