Ospedali sotto pressione: molte polmoniti da influenza tra i giovani

Ospedali sotto pressione: molte polmoniti da influenza tra i giovani

“Anziani e fragili a rischio: aumentano i ricoveri per influenza tra i giovani mentre le terapie intensive si riempiono”

Negli ultimi giorni, si è registrato un aumento dei ricoveri per forme influenzali più gravi tra i soggetti più giovani, preoccupando gli operatori sanitari. Gli anziani e le persone fragili, già a rischio per entrambe le infezioni, stanno affollando le strutture di emergenza in attesa di un ricovero.

Nonostante i ricoveri da Covid-19 continuino a diminuire, secondo la Federazione delle aziende sanitarie (Fiaso), il numero di pazienti nelle terapie intensive è aumentato a causa delle ricadute a lungo termine dei contagi. L’indice dei ricoveri Covid è diminuito del 16% nell’ultima settimana del 2023.

La situazione nei reparti pediatrici degli ospedali è stabile, con una prevalenza dei bambini ricoverati per Covid-19. Tuttavia, gli esperti sono preoccupati per l’impatto delle forme influenzali pesanti sulla popolazione più giovane, con un aumento dei ricoveri per polmonite anche nei pazienti sani e giovani. Alcuni di loro richiedono addirittura l’accesso alla terapia intensiva.

Le polmoniti causate dall’influenza possono complicarsi più facilmente con sovrainfezioni batteriche, come quelle causate da Staphylococcus aureus o Pneumococco. Questo rende ancora più importante incentivare le vaccinazioni, soprattutto considerando che la copertura vaccinale quest’anno è stata insoddisfacente, creando problemi nelle persone anziane non vaccinate.

Per questo motivo, sono previsti Open day per la vaccinazione anti-Covid in varie regioni. Queste iniziative hanno l’obiettivo di incentivare la popolazione a vaccinarsi, al fine di proteggere non solo dagli effetti del Covid-19, ma anche dalle complicazioni legate all’influenza.

READ  Colesterolo: il killer nascosto. Ecco come prevenire (anche a tavola) infarti e ictus - Hamelin Prog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *